clip image028 clip image030

logo fmi

Giuseppe Tropepe: "L'anno scorso potevo vincere"

tropepe- Il calabrese ricomincia dal Supermarecross di Rosolina dopo gli infortuni che hanno compromesso il suo 2018 -

© FXAction

Come tutti i motocrossisti che arrivano dal Sud, Giuseppe Tropepe sa cosa significano sacrificio e sofferenza.

Nel 2018 il calabrese ha visto infrangersi i suoi sogni a causa di due infortuni consecutivi, che l’hanno estromesso dai giochi mentre era in lotta per la vittoria sia del campionato europeo che dell’italiano Prestige.

Ora il 21enne del team Yamaha Ghidinelli lavora nell’ombra per ripartire e farà il suo debutto stagionale domenica a Rosolina, nella prima prova del Supermarecross.

Giuseppe, innanzitutto come stai?
Potrei stare meglio... Nel 2018 mi sono rotto una spalla a maggio e il crociato e il menisco ad agosto. Sono stato fermo per mesi e sono tornato in moto da poche settimane.

Quanto è stata forte la delusione per gli infortuni che ti hanno tagliato fuori?
Prima di farmi male, avevo vinto la gara di Pietramurata e stavo andando forte. Considerando anche che Cervellin e Furlotti hanno saltato una gara a testa, avrei avuto buone possibilità di vincere l’italiano. Senza contare che ero messo bene anche nell’europeo. Purtroppo è andata così.

Quando ti rivedremo dietro al cancello?
L’obiettivo è arrivare pronti alla prima del Prestige a Cingoli. Ho in programma di fare qualche gara per testare un po’ la preparazione, a partire dal Supermarecross a Rosolina Mare, che salvo imprevisti sarà il mio debutto stagionale.

Credi di poter tornare subito competitivo per la vittoria?
L’obiettivo è sempre fare il meglio possibile. Ma non è il caso di fare pronostici, vista anche la sfortuna che mi ritrovo.

Come sarà il livello della MX2 senza due protagonisti come Furlotti e Bernardini?
Sempre alto. Prima di tutto rimane Cervellin, che è il campione, e poi ci saranno ragazzi che stanno crescendo bene e piloti stranieri di livello. Tutta gente che sa il fatto suo e ha team importanti alle spalle.

La tua pista preferita del Prestige?
Cingoli. Partendo dal presupposto che mi trovo bene un po’ su tutti i terreni, scelgo il tracciato che mi piace di più.

  • image
Previous Next

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy