clip image028 clip image030

logo fmi

Chicco Chiodi principe del fango


Chicco Chiodi - Ph. Roberto Grande

Il tre volte iridato vince la gara dell’italiano 125 in una Odolo martoriata dalla pioggia. Tiziano Peverieri è campione della Veteran MX1 con una gara d’anticipo

 
Comunicato stampa FXAction 02.09.2018


Il podio della Veteran MX1 con il campione Tiziano Peverieri (a sx) - Ph. Mxreport

Programma di gare dimezzato a Odolo, nella sesta prova del campionato italiano 125, Veteran e Femminile. Il motivo è la pioggia, che ha costretto gli organizzatori prima a tagliare un pezzo della splendida pista bresciana e poi a porre fine alla manifestazione al termine delle prime manche.

Una decisione salutata con favore da tutti, perché andare avanti si faceva di ora in ora più difficile. Il Gruppo sportivo Galaello, la FMI e la FXAction hanno fatto davvero il massimo, riuscendo perlomeno a scongiurare l’annullamento di un evento che fin dall’inizio sembrava a forte rischio.

Le prove del sabato, parzialmente risparmiate dal maltempo, avevano fatto presagire un grande spettacolo, con diversi ospiti ad arricchire i contenuti agonistici, ed è stato un peccato che il meteo ci abbia messo lo zampino. Ma il fango ha comunque esaltato le qualità tecniche e caratteriali dei piloti, pronti a gettarsi nella melma con grande coraggio, e ha regalato incertezza alle gare, con continui cambi di posizione.


Graziano Peverieri - Ph. Mxreport

Il grande protagonista della giornata, come da pronostici, è stato Chicco Chiodi (Yamaha – Galaello), che ha partecipato alla gara di casa nella 125 e ha messo in riga tutti gli avversari, confermando ancora una volta la sua sconfinata classe. Grande prova anche di Mahy Villanueva (KTM – Mcv Motorsport), secondo al rientro dopo un lungo infortunio. Terza posizione per un altro veterano, Felice Compagnone (KTM – Celestini), che ha tenuto in vita un barlume di speranza per la corsa al titolo, recuperando qualche punticino a un prudente Dawid Ciucci (KTM – Fermignanese).

L’altro uomo del giorno è stato Tiziano Peverieri (Honda – Fagioli), che ha espletato l’ultima formalità che gli mancava per confermarsi campione della Veteran MX1. A Odolo il marchigiano è stato battuto da David Liardi (Honda – Pontremoli), ma la seconda posizione di categoria gli è bastata per assicurarsi il titolo. Un traguardo a cui è vicinissimo anche il vincitore di giornata, Graziano Peverieri (Yamaha – Fagioli), a cui saranno sufficienti appena 4 punti nell’ultima prova per vincere il campionato della Veteran MX2. Gianluca Faccioli (KTM – Castel San Pietro Terme), secondo a Odolo, è l’unico che la matematica tiene ancora in corsa, ma il bolognese avrebbe bisogno di un miracolo.


Start femminile - Ph. Roberto Grande

Nella Femminile Kiara Fontanesi (Yamaha – Fiamme Oro) è tornata e ha ripreso da dove aveva lasciato: dominando. Seconda posizione per l’ospite tedesca Larissa Papenmeier (Suzuki), mentre la capoclassifica Giorgia Montini (Yamaha – Garda Lake) ha resistito in terza piazza. Elisa Galvagno (Yamaha – Megan Racing), quarta, è stata l’ultima al traguardo a pieni giri, in una gara che per le ragazze si è rivelata un vero inferno: su 25 iscritte, solo 7 sono riuscite a classificarsi.

Superveteran nel segno, come al solito, di Fabio Occhiolini (Honda – Aretina), già campione della MX1 a Montevarchi ma imbattibile anche sul fango di Odolo. Dietro al toscano si è piazzato Ubaldo Di Domenicantonio (KTM – Milani), che ha allungato sensibilmente in vetta alla classifica della MX2. Rientro in gara e podio per Marco Ravaglia (Suzuki – Sasso Marconi), mentre il pugliese Corrado Sallicati (Honda – Cerbone) si è premiato per la lunga trasferta con il secondo posto nella MX2.

A riposo i piloti della Master, che hanno preferito non scendere in pista per via delle condizioni del tracciato troppo difficili.


Ubaldo Di Domenicantonio - Ph. Paolo Costa

 
CLASSIFICHE
  • image
Previous Next

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy