clip image028 clip image030

logo fmi

Sole e spettacolo al Miravalle

porteaperteQuesta domenica di apertura del Campionato Italiano Motocross MX1 e MX2 ci ha consegnato un Miravalle sotto il sole e con il pubblico delle grandi occasioni. Una giornata intensa e piena di sport ha consegnato i primi verdetti che ha visto primeggiare Andrea Cervellin (MX2) e Daniele Bricca (MX1).


Il Campionato Italiano Motocross 2013 è partito nel migliore dei modi con una giornata di grande calore: quello messo in scena dai circa 200 iscritti (106 nella MX2 e 88 nella MX1), quello del pubblico che come sempre raggiunge numeroso le colline del Miravalle quando è ora di assistere ad un grande evento, infine anche dal sole presente per tutta la giornata che ha riscaldato ancor di più la manifestazione. La nuova formula "tutto in giorno" non ha messo in crisi la macchina organizzativa del sodalizio toscano, ampiamente collaudata, filando tutto per il verso giusto. Mattinata dedicata alla prove libere e cronometrate con 3 gruppi per ogni cilindrata che hanno deciso gli schieramenti. I migliori riscontri cronometrici sono stati fatti registrare da Pierfilippo Bertuzzo (Yamaha-Caparvi Racing) nella MX1 con 1:42.708 e da Andrea Cervellin (Suzuki-Team RSR) nella MX2 con il tempo fermato su 1:42.977.


La giornata è stata davvero intensa e ricca di sano agonismo con manche duellate. Grande sport motociclistico in entrambe le categorie che ha visto, per quanto riguarda la classe regina la MX1, il ritorno di grandi campioni come Daniele Bricca (Honda-Pardi Racing) che con due secondi posti si è aggiudicato la categoria Elite, ma onore anche al vincitore di gara 2 Matteo Bonini (Kawasaki-Motoworld) ritornato all’Italiano dopo alcuni anni di assenza, e al vincitore di gara 1 Pierfilippo Bertuzzo (Yamaha-Caparvi Racing). Insomma una MX1 ancora tutta da scoprire se consideriamo la giornata no di Compagnone e Beggi ci sarà davvero da vederne delle belle nei prossimi appuntamenti. Per quanto riguarda il campione in carica ha sofferto l’indurimento delle braccia e quindi ha tirato i remi in barca, mentre per Beggi una condizione fisica non ottimale dopo l’infortunio patito solo due settimane fa, l’ha fatto gareggiare in modo guardingo.

MX2 all’insegna dei giovani, oseremo dire, con duelli mozzafiato e scambi di posizioni che davvero hanno animato non solo le manche ma anche il pubblico assiepato sulle tribune del Miravalle. Ha stravinto Andrea Cervellin (Suzuki-Team RSR), l’ex campione del 2010 dopo una passata stagione mondiale opaca, è ritornato  in questo campionato e si è subito riscattato confermandosi un avversario ostico. Dietro di lui si è assistito ad un batti e ribatti tra il fratello Michele Cervellin (Honda-Martin Technology) e Stefano Pezzuto (Suzuki-Fly Over) che hanno conquistato un secondo ed un terzo posto a testa. Ma a onore del vero c’è anche da segnalare la grande prova di due giovani rampolli: Riccardo Righi (KTM-Steels) e Davide Bonini (Kawasaki-SDM Racing) sempre ottimamente piazzati. Male la prestazione del campione in carica Alessandro Battig (Honda-JTech) sempre appiedato dal suo mezzo meccanico. Da segnalare l’infortunio occorso durante la mattinata a Dario Marrazzo (Honda-Massignani Racing) che causa una caduta ha subìto la lussazione di una spalla con interessamento dei legamenti.

 

CRONACA DELLE GARE

MX1

Gara 1: hole shot di Bricca che sembra intenzionato ad involarsi seguito da vicino dal pole man di giornata Bertuzzo, poi seguono D’Angelo, Bertuccelli e Compagnone. Al giro numero 4 il veneziano passa al comando e tale posizione verrà difesa sino alla bandiera a scacchi. Dietro ai due c’è come solito bagarre con Dami, Bonini e Beggi esclusi dalla zona podio perché tutti attardati. Tra questi però il più veloce risulta il piemontese delle Fiamme Oro che a metà gara agguanta la terza piazza ai danni di Bonini che chiude quarto, quinto è Beggi. Il campione in carica Compagnone finisce sesto dopo un buon avvio di manche dove era riuscito a risalire in terza piazza.

Gara 2: alla prima curva spunta davanti a tutti Matteo Bonini che comanda su Amodeo e Bricca. Il primo giro si chiude con Bonini seguito da Bricca, Bertuzzo e Dami. Bertuzzo rompe gli indugi e passa in seconda posizione al quarto giro ma comincia a soffrire di crampi allo stomaco che lo costringono a retrocedere, alla fine sarà quarto. Bricca si trova così servita la seconda piazza che mantiene sino alla fine, dietro ad uno scatenato Bonini che nel frattempo si è allontanato comandando la corsa. Compagnone stavolta è un po’ più positivo e recupera dalla settima piazza iniziale chiudendo quinto. Terzo è Dami autore oggi di due belle gare.

 

MX2

Gara 1: in cima al salitone c’è Cucini davanti a tutti ma Andrea Cervellin lo affianca in uscita di curva e lo sorpassa, avvantaggiato dalla traiettoria più interna. Al primo passaggio, dietro ad Andrea c’è Recchia, il fratello Michele Cervellin, Lombrici e Pezzuto. Il più veloce del quintetto sembra proprio il piemontese che rompe gli indugi e si prodiga in sorpassi che lo portano in terza posizione. Intanto il fratello più giovane dei Cervellin, Michele, si porta alle spalle del fratello che intanto si produce in una cavalcata solitaria che lo porterà sino alla bandiera a scacchi. Pezzuto tenta in tutti i modi di ricucire il distacco dal giovane veneto ma non vi riesce a causa di un problema al freno posteriore e chiude terzo. Finalmente si fanno vedere altri giovani con Davide Bonini autore di una bellissima corsa che lo ha portato dal settimo al quarto posto finale.

Gara 2: Cucini si inventa un altro hole shot e guadagna qualche metro su Andrea Cervellin ma è sempre il vicentino a prendere le redini della corsa costruendo nuovamente una volata solitaria verso la bandiera a scacchi. Dietro al battistrada si inscena una lotta furibonda per le restanti posizioni del podio con i soliti Michele Cervellin e Pezzuto. Il piemontese è il più lesto a prendersi la seconda piazza ma commette un errore sulle wave e riparte quarto. Ancora giri veloci per ritrovarsi ad attaccare il più giovane dei Cervellin, lo sorpassa e ritorna secondo. Ma il giovane Michele non ci sta e sul finire si riprende la piazza d’onore, Pezzuto insiste e sfodera le ultime energie per ritornare secondo proprio all’ultimo giro. Ottimi piazzamenti, ancora una volta, per i giovani Righi e Davide Bonini.

 

MX1 – Gruppo B: nella prima gara disputata l’ha spuntata su tutti Libani, mentre gara 2 è andata a Tagliaferri.

 

MX2 – Gruppo B: una vittoria a testa per Tabone e Micheluz.

 

C’era attesa anche per la nuova iniziativa “Porte aperte al Motocross” prevista per sabato. Promossa da FX Action insieme a tutti i Moto Club organizzatori e la Federazione Motociclistica Italiana - Commissione Sviluppo Attività Sportive, con l’intento di avvicinare i giovani da 7 anni a 14 anni, ha visto coinvolte le scuole del comprensorio aretino che si sono viste recapitare oltre 1500 volantini. L’enorme lavoro degli addetti del Moto Club Brilli Peri hanno avuto una risposta grandiosa con la presenza di oltre 150 ragazzini che su un percorso predisposto per l’occasione hanno trascorso una giornata davvero unica ed indimenticabile.

 

 

 

  • image
Previous Next

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy