clip image028 clip image030

logo fmi

A Castiglione del Lago Fabio Occhiolini ipoteca il titolo MX1 Superveteran in una bella gara caratterizzata dal caldo torrido (2)

Gare belle e combattute e caldo torrido per la quarta prova del Campionato Italiano Senior e Femminile che si è corsa oggi, 11 giugno, a Castiglione del Lago (PG) sul Crossodromo Internazionale Vinicio Rosadi di Gioiella. Da manuale la gestione del Moto Club Trasimeno, che ha saputo scongiurare la presenza di eccessiva polvere grazie ad una oculato e costante annaffiatura della pista.
Benché provati dal gran caldo, i protagonisti alla caccia dei titoli Senior e Femminile non si sono risparmiati, ed hanno dato vita a sfide davvero infuocate.

Nella 125 vittoria dello spagnolo delle Canarie - ma naturalizzato bresciano -  Mahy Villaneuva  (Yamaha 973 MxSchool), che ha messo in fila due centri perfetti nelle due manche; il più regolare alle sue spalle è stato Simone Croci (KTM), che ha chiuso due volte al terzo posto, guadagnando il secondo gradino del podio di giornata. In seconda posizione nelle due frazioni si sono alternati Felice Compagnone (KTM Moto Racing Rieti), secondo in gara1 ma rallentato da una caduta in gara 2, ed il toscano Leonardo Frosali (Yamaha Bonanni), capace di una bella rimonta nella seconda gara dopo una partenza rallentata. Malgrado l'inconveniente in gara 2, che gli ha impedito di partecipare alla premiazione, Compagnone ha guadagnato comunque il terzo gradino del podio.
Rimane così invariata la situazione di campionato, con Simone Croci che comanda con qualche punto di vantaggio in più, secondo Compagnone e terzo Yuri Pasqualini (Husqvarna – Bisso Galeto), quinto in questa gara. Grazie ai risultati delle ultime due gare, Villanueva riscatta lo zero della seconda prova stagionale dovuto all’assenza per infortunio e si candida per prossime tre gare alla lotta per le primissime posizioni di campionato.

La classe Veteran è stata vissuta in buona parte sul duello fra Michele Dal Bosco (Yamaha – Evergreen)  e Tiziano Peverieri (Honda – A Fagioli), che hanno terminato a pari punteggio con la vittoria di quest’ultimo in quanto primo sul traguardo di gara 2.
La prima manche ha visto Peverieri protagonista di un tentativo di fuga con il controllo della gara fino a due terzi di svolgimento, ovvero fino al veemente ritorno di Dal Bosco, che, passato in testa, è andato a chiudere con ampio margine. Dietro Dal Bosco e Peverieri si è classificato l’altro Peverieri, Graziano (Honda – A Fagioli) che è stato il migliore della classe MX2. 
Risultato rovesciato in gara due, con Peverieri che ha avuto la meglio su Dal Bosco; ma in questa frazione, grande il protagonista è stato anche Michele Tosetto (Husqvarna – Motocross Bovolone) che ha condotto per oltre metà gara, prima di cedere al ritorno dei della coppia Peverieri – Dal Bosco, riuscendo comunque a conservare la terza piazza che alla fine gli è valsa il terzo gradino del podio della MX1. Graziano Peverieri grazie al terzo e quarto posto assoluto si è aggiudicato la MX2, davanti alla coppia toscana formata da Gabriele Fondelli (KTM - Marradi) e Andrea Coturri (Kawasaki - Pellicorse).

Con i risultati di questa gara nulla di invariato nei primi tre posti della classifica provvisoria di campionato MX1 Veteran, con Dal Bosco al comando seguito da Peverieri e Tosetto.
Nella classifica del campionato Veteran MX2 comanda sempre Graziano Peverieri, ma ci sono cambiamenti nelle posizioni successive con Ubaldo Di Domenicantonio (KTM – Milani), quarto qui a Gioiella, che scivola dal secondo al quarto posto. Risalgono la classifica Gabriele Fondelli, ora secondo, ed Andrea Coturri, terzo nella provvisoria dopo quattro delle sette gare in programma.

Grande spettacolo fra i Superveteran con l’indiscusso leader del campionato Fabio Occhiolini (Honda - Marradi) sugli scudi in entrambe le manche e protagonista di eccezionali recuperi che lo hanno portato a vincere gara uno e a chiudere sul podio la seconda.
Allo start della prima manche è scattato perfettamente Giuseppe Canella (Honda - RS77) che ha mantenuto la testa del gruppo per un paio di tornate prima di cedere il passo a Andrea Goffredi (Kawasaki  Derapassion Biker`S). Anche per lui due giri al comando fino all’arrivo di Occhiolini, che, partito male, a suon di giri veloci, ha conquistato la leadership per tenerla fino al traguardo, dove ha preceduto Goffredi e l’ottimo Paolo Catalano (Honda – Rignano Flaminio) mantenutosi sempre nelle posizioni che contano. Fuochi artificiali nella seconda manche, con ancora una partenza a razzo di Canella che ha preceduto Adriano Piunti (Honda - Royal Racing Team) e Occhiolini, ma una scivolata che ha coinvolto la testa del gruppo, ha tolto purtroppo di scena Piunti. Subito dopo si sono portati in testa due piloti della MX2: Fabrzio Bennati (Honda - Marradi) e Goffredi, che durante la corsa si sono scambiati più volte le posizioni. Occhiolini, partito male ma ben deciso a non restare fuori dal podio, si è prodotto a questo punto un una forsennata rincorsa che lo ha portato a guidare la gara a poche curve dalla fine; ma il colpo di scena è arrivato durante alcuni doppiaggi, quando Occhiolini incappa in un errore a vantaggio di Goffredi e Bennati che riescono a passare al comando ed a concludere  primo e secondo. Goffredi non si ferma però al parco chiuso ed a termini di regolamento viene escluso dalla gara. Quindi vittoria a Bennati che si aggiudica la manche e la classifica MX2. Occhiolini secondo in gara è il primo della MX1 e con il risultato di Gioiella sale alle cime più alte della classifica, e, con oltre 800 punti di vantaggio sul più vicino inseguitore Luigi Santori, mette una seria ipoteca sul campionato.
In classifica dietro ad Occhiolini a contendersi probabilmente il secondo posto MX1 Superveteran a fine 2017 sono sempre, nell’ordine, Luigi Santori, quarto in questa gara, Paolo Catalano e Beppe Canella.
Nella classifica di campionato MX2 Superveteran non variano le posizioni al vertice dopo questa gara, con Bennati (Honda – Marradi), seguito nell’ordine da Corrado Sallicati (Honda Cerboni) e Norbert Lantschner (Yamaha Evergreen)..

Niente da fare contro Kiara Fontanesi (Yamaha GS Fiamme Oro) nella categoria Femminile: la ventitreenne parmense due volte iridata ha controllato con facilità entrambe le manche. malgrado qualche problema di messa a punto della sua moto. precedendo sul podio Francesca Nocera (Suzuki), che continua a fare i conti con i postumi di un infortunio alla spalla che le impedisce di utilizzare con le necessaria funzionalità il braccio destro, e Giorgia Montini (Yamaha).

Segui il motocross di FXAction su twitter @fxactionmag

 

 

  • image
Previous Next

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy