clip image028 clip image030

logo fmi

Premiati i campioni italiani quadcross e sidecarcross

Alla festa di fine stagione, FXAction conferma la partnership con il comitato quad FMI anche per il 2019

 
Comunicato stampa FXAction 26.11.2018

Si è svolta domenica 25 novembre a Sant’Agata sul Santerno, in provincia di Ravenna, la premiazione dei campioni nazionali quad e sidecarcross. La cerimonia è stata organizzata a cura dello staff del comitato quad FMI, coordinato dall’instancabile Antonio Assirelli, presso il ristorante Tequila.

All’evento hanno partecipato circa 150 persone, tra piloti, accompagnatori e alcuni ospiti d’onore, come il promoter Roberto Bianchini in rappresentanza di FXAction, la società che ha curato l’immagine dei campionati italiani quadcross e sidecarcross.

Celebrati e applauditi tutti i protagonisti della stagione agonistica 2018, in una festa dal clima sereno e amichevole.

L’occasione della premiazione è stata buona per il coordinatore Assirelli anche per anticipare qualche novità per il 2019. La più succosa è senza dubbio la creazione di un montepremi per ogni gara del campionato italiano quadcross.

Le conferme, invece, sono arrivate da FXAction. Il promoter ha rinnovato ufficialmente il proprio impegno nella gestione dei campionati quadcross e sidecarcross anche per la prossima stagione.

Il nuovo regolamento è già pubblicato sul sito della FMI, mentre per il calendario si è ancora al lavoro. Anche nel 2019 quad e sidecar correranno insieme, negli stessi eventi e sulle stesse piste. I tracciati saranno scelti con grande attenzione, tenendo conto delle esigenze dei mezzi a tre e quattro ruote e in modo da esaltarne le prestazioni.

 

Alessandro Castellani Ufficio Stampa FXAction 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 
condividi su facebook
condividi su twitter
invia ad un amico
www.fxactionmagazine.it

Il maltempo rimanda la chiusura di quad e side

A Ponte Sfondato la pioggia rende impraticabile la pista. L’ultima prova dell’italiano Quadcross e Sidecarcross è rinviata a data da destinare.

 
Comunicato stampa FXAction 07.10.2018

Giove Pluvio ci mette lo zampino e la gara finale del campionato italiano Quadcross e Sidecarcross si risolve in un nulla di fatto. Almeno per il momento.

L’acqua a catinelle l’ha fatta da padrona per tutto il weekend sulla zona di Ponte Sfondato. Così, nonostante l’impeccabile lavoro di preparazione del motoclub Wyss Motorsport e la consueta professionalità garantita dagli staff di FXAction e Federmoto, i piloti non sono riusciti a compiere nemmeno un giro di pista.

Dopo aver rinviato il programma di prove libere di ieri, questa mattina la direzione gara ha cercato di modulare il più possibile il timetable, nella speranza che il cielo si aprisse e il tracciato cominciasse ad asciugare. Ma una nuova serie di violenti scrosci di pioggia ha costretto tutti ad alzare bandiera bianca.

Decisione unanime e indiscussa: l’impraticabilità della pista era fin troppo evidente, al punto da non riuscire ad attraversarla nemmeno a piedi.

La gara è stata quindi rinviata a data da destinarsi e la Federazione Motociclistica Italiana si pronuncerà sul recupero.

 

Alessandro Castellani Ufficio Stampa FXAction 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CLASSIFICHE

Cremona incorona i campioni italiani Rider-Expert


Partenza MX2 - foto Ruggero Visigalli

Zaccaro, D’Attilio, Lamponi, Rasetta, Algati e Polidori vincono la prima edizione del nuovo tricolore di motocross. Nei quad titoli anticipati per Turrini, Moro e Gigli.

 
Comunicato stampa FXAction 17.09.2018

Conclusa a Cremona la prima edizione del campionato italiano motocross Rider-Expert, il torneo introdotto quest’anno dai nuovi ranking di classificazione dei piloti voluti dalla Federazione motociclistica italiana.

L’organizzazione impeccabile a cura del motoclub Cremona, in collaborazione con lo staff FMI e FXAction, e le perfette condizioni meteo hanno regalato ai presenti un bellissimo weekend di sport, degna conclusione di un campionato che ha dimostrato per tutto l’anno un ottimo potenziale.

La classifica finale ha premiato Alessio Zaccaro (Honda – Inossidabili Terni) nella Expert MX1. Il pilota del Red Racing ha corso in difesa, portando a casa un terzo posto assoluto, sufficiente per vincere il titolo. A Cremona lo hanno preceduto Nicola Tramaglino (Kawasaki – Garda Lake) e Mattia Antonucci (KTM – Monterosato).

Nella Rider MX1 il campione è Federico D’Attilio (Suzuki – Fast Energy), che ha blindato la tabella rossa con la vittoria in gara-1, pur cedendo il successo di giornata a Manuel Cavina (KTM – Monte Coralli. Terzo posto per Giancarlo Cittadini (KTM – Gamma).

Per quanto riguarda la classe 300, i campioni sono Marco Lamponi (KTM – Top Rider) nella Expert e Loris Rasetta (KTM – Lion Montegranaro) nella Rider.

Expert MX2 a Tommaso Algati (Honda – Over Competition), che però a Cremona si è dovuto inchinare al suo degno rivale Alessio Agosti (Husqvarna – Carpi), alla seconda vittoria consecutiva. Podio completato da Davide Beggio (Kawasaki – Pedemontano).

Nella Rider MX2 il successo di giornata è andato a Mattia Liverani (Honda – Monte Coralli), a pari punti con Simone Crippa (Yamaha – Berbenno), mentre al terzo posto si è piazzato Riccardo Bianchi (Suzuki – Ariano). Nessuno di questi, però, è il campione: Alessio Polidori (Yamaha – Baglioni), nonostante l’assenza per infortunio a Cremona, aveva un vantaggio in classifica tale da non essere raggiunto dagli avversari.


Tommaso Algati - foto Rigobros


I campioni della MX1 da sinistra D'Attilio, Rasetta, Zaccaro e Lamponi - foto R.Visigalli

Per quadcross e sidecarcross, quella lombarda era la penultima prova del campionato. Tuttavia Patrick Turrini (Yamaha – Tity & Amarenas), Davide Gigli (KTM – Garfagnana) e Massimiliano Moro (Yamaha – Piccirilli) sono riusciti a chiudere in anticipo il discorso titoli, rispettivamente nelle categorie Sport, Veteran e Junior.

Più aperto il discorso relativo alla QX1 internazionale, dove Nicola Ciceri (Yamaha – Tity & Amarenas) ha vinto la giornata, ma è fuori dalla lotta al titolo. Rimangono in corsa, invece, Simone Mastronardi (Yamaha – Piccirilli) e Paolo Galizzi (Can Am – Gf Racer), rispettivamente secondo e terzo a Cremona.

Nel Trofeo il successo è andato a Luca Agnelli (Yamaha – Piccirilli), che ha rafforzato il suo primato in classifica.

Giochi ancora da decidere, anche se solo sulla carta, nei sidecar. Compalati-Ravera (WSP Zabel – La Guardia) e Pozzi-Walti (WSP Husqvarna – Gardone Riviera) sono tornati in gara a Cremona, spartendosi equamente primi e secondi posti. Ma il loro ritardo da Lasagna-Lasagna (WMC Zabel – Panicale), terzi sulla sabbia del Polesine, è incolmabile. Restano in corsa per il titolo solo Mattoni-Gualatrucci (WSP Zabel – Baglioni), che però hanno perso ulteriormente terreno.

Per i quad e i sidecar l’ultimo atto del campionato sarà il 6 e 7 ottobre a Montopoli di Sabina, in provincia di Rieti.


Massimiliano Moro - foto Rigobros


Compalati / Ravera

 

Alessandro Castellani Ufficio Stampa FXAction 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CLASSIFICHE

Al Ponte Sfondato MX Circuit la resa dei conti per quad e sidecar (2)


Lasagna - Lasagna

Gara finale del tricolore riservato ad Atv e tre ruote sulla rinnovata pista di Montopoli di Sabina.
Il campionato italiano quadcross e sidecarcross si decide a Ponte Sfondato.

 
Comunicato stampa FXAction 03.10.2018


Foto Ruggero Visigalli

La pista sita nel territorio del comune reatino di Montopoli in Sabina si prepara a ospitare nel prossimo fine settimana, 6/7 ottobre, il sesto e ultimo appuntamento di un torneo che fin qui ha spaziato su terreni molto diversi tra loro: dalla ghiaia di Cingoli alla sabbia di Cremona.

Quello laziale è un tracciato vecchio stampo, con saliscendi molto veloci e tanti tratti da pelo sullo stomaco. Nei decenni passati ha ospitato numerose manifestazioni di prestigio e ora si ripresenta sulla scena dell’offroad grazie alla nuova gestione del motoclub Wyss Motorsport, che ha realizzato notevoli migliorie sull’impianto.


Luca Agnelli - Foto Rigobros


Alessandro Fontanazzi

La gara, come scritto, assegnerà i titoli nazionali delle varie specialità. A cominciare da quello della QX1 internazionale, categoria in cui Simone Mastronardi (Yamaha – Piccirilli) si presenta come favorito d’obbligo: perché vive a pochi chilometri dalla pista, perché è in testa alla classifica ed è anche il pilota che fin qui ha vinto più gare. Proverà a mettergli i bastoni tra le ruote il giovane Paolo Galizzi (Can Am – Gf Racer), cresciuto notevolmente nel corso della stagione.

Patrick Turrini (Yamaha – Tity & Amarenas) è un altro dei protagonisti annunciati, ma per lui la questione del titolo della Sport è stata già archiviata positivamente nella scorsa prova di Cremona.

Prova di Cremona che ha proclamato campione anche Davide Gigli (KTM – Garfagnana), nella Veteran. Per lui la gara di Ponte Sfondato sarà comunque l’occasione di ripetere la spettacolare battaglia con Alessandro Fontanazzi (Kawasaki – La Quercia).

Massimiliano Moro (Yamaha – Piccirilli) è il terzo pilota che si presenta in provincia di Rieti già campione. Il giovane leader della Junior vorrà fare bella figura sulla pista di casa per chiudere al meglio la stagione.

Spazio anche alle nuove leve del Trofeo, la categoria riservata ai piloti alle prime esperienze ma senza i limiti d’età previsti per la Junior. Luca Agnelli (Yamaha – Piccirilli) fin qui ha fatto vedere ottime cose e partirà per vincere nuovamente la classifica di giornata.

Grande interesse, come al solito, verrà dai sidecar. I possenti mezzi da oltre 700 cc di cilindrata lanciati sulle lunghe salite di Ponte Sfondato saranno senz’altro uno spettacolo da non perdere. L’equipaggio Lasagna-Lasagna (WMC Zabel – Panicale) è al comando della classifica provvisoria e potrà accontentarsi di controllare le mosse di Mattoni – Gualatrucci (WSP Zabel – Baglioni), gli unici ancora matematicamente in grado di strappargli il titolo.


Mattoni - Gualatrucci

 

Alessandro Castellani Ufficio Stampa FXAction 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CLASSIFICHE

I titoli italiani Expert e Rider si assegnano a Cremona


Paolo Galizzi

Tappa conclusiva per il campionato introdotto con il nuovo ranking federale. Di scena anche i quad e i sidecar

 
Comunicato stampa FXAction 13.09.2018

Ultima prova del campionato italiano motocross Expert-Rider sabato e domenica prossimi a Cremona.

Il nuovo torneo, nato a seguito dell’introduzione del ranking di classificazione dei piloti voluto dalla Federazione Motociclistica Italiana a partire dal 2018 e affidato alla gestione di FXAction, si è svolto su tre prove fin qui: Cingoli, Faenza e Borgo Santa Rita. Ma sarà la gara finale di Cremona ad assegnare i titoli, ancora tutti in ballo.

La manifestazione sarà organizzata dal moto club Cremona, su una pista caratterizzata dal fondo sabbioso, che garantisce perfetta tenuta anche in caso di maltempo.

Nella Expert MX1 Alessio Zaccaro (Honda – Inossidabili Terni) può accontentarsi di controllare i suoi principali avversari Mattia Antonucci (KTM - Monterosato) e Andrea Lattanzi (Yamaha - Spoleto) per aggiudicarsi il titolo già dopo la prima manche. Il vincitore di Santa Rita, Nicola Tramaglino (Kawasaki –Garda Lake) è tenuto in gioco solo dalla matematica.

La Rider MX1 vive sul duello tra Federico D’Attilio (Suzuki – Fast Energy) e Manuel Cavina (KTM – Monte Coralli), con il primo che ha preso un buon margine di vantaggio dopo la vittoria di Santa Rita. Daniele Bruzzesi (Yamaha – One Two Eight) ha perso le sue chance a causa dell’assenza nella gara toscana.

Gianluca Truzzi

Per quanto riguarda i piloti in sella alle 300 2tempi, Marco Lamponi (KTM – Top Rider) guida saldamente la Expert, mentre Loris Rasetta (KTM – Lion Montegranaro) è il migliore della Rider, anche se Gianluca Truzzi (KTM – Nuvolari) ha vinto a Santa Rita e non vuole mollare.

Nella Expert MX2 Tommaso Algati (Honda – Over Competition) deve gestire gli attacchi di Alessio Agosti (Husqvarna – Carpi), caricato dal successo nell’ultima prova. Federico Carnevale (Yamaha – Garda Lake), terzo, è già tagliato fuori dalla corsa al titolo.

Nonostante l’infortunio patito domenica scorsa, Alessio Polidori (Yamaha – Baglioni) conserva un margine di vantaggio rassicurante in testa alla Rider MX2 e potrebbe laurearsi campione anche senza correre. Per raggiungerlo, infatti, Riccardo Bianchi (Suzuki - Ariano) e Leonardo Merzari (KTM – Carpi) avrebbero bisogno di una prestazione strepitosa.


Alessio Agosti

La gara di Cremona sarà valida anche come quinta e penultima prova del campionato italiano quadcross e sidecarcross. Simone Mastronardi (Yamaha – Piccirilli) cercherà di allungare ulteriormente in testa alla QX1, per assicurarsi un finale di stagione più tranquillo. Paolo Galizzi (Can Am – Gf Racer) può contare su una grande costanza di rendimento come arma migliore.

Patrick Turrini (Yamaha – Tity & Amarenas) ha grandi chance di vincere il titolo della Sport con una gara d’anticipo, visto l’ampio vantaggio su Lorenzo Taricco (Yamaha – Tity & Amarenas).

La categoria Junior è comandata da Massimiliano Moro (Yamaha – Piccirilli), mentre il Trofeo per il momento vede in testa Luca Agnelli (Yamaha – Piccirilli).


Luca Agnelli

Nei sidecar l’equipaggio Lasagna-Lasagna (WMC Zabel – Panicale) cerca una nuova doppietta, dopo i successi di Ponzano di Fermo e Santa Rita, per mettere una seria ipoteca sul titolo italiano. Mattoni-Fiorini (WSP Zabel – Baglioni) cercheranno di continuare a collezionare podi, mentre Bernardini-Pasqui (KTM – Baglioni) possono dirsi ben contenti dell’attuale terza posizione provvisoria.

Bernardini-Pasqui

 

Alessandro Castellani Ufficio Stampa FXAction 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CLASSIFICHE
 
condividi su facebook
condividi su twitter
invia ad un amico
www.fxactionmagazine.it

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy