clip image028 clip image030

logo fmi

Assegnati a Città di Castello tutti i titoli del tricolore Senior. Nella femminile, assente Kiara Fontanesi nel giorno del suo quinto mondiale, vince Giorgia Montini.

Gran finale per il Campionato Italiano Senior al crossodromo E.Baglioni di Città di Castello (PG), dove, nel settimo ed ultimo appuntamento in calendario, sono stati assegnati la totalità dei titoli di una stagione davvero combattuta. A parte la classe MX1 Superveteran, il cui titolo è andato a Fabio Occhiolini (Honda Marradi) con tre gare d’anticipo, tutti gli altri allori tricolori della stagione 2017 sono rimasti in gioco fino all’ultimo momento, e si sono risolti oggi dopo una gara avvincente.
Dopo un rinvio delle prove dovuto al forte maltempo che ha interessato la pista nella sessione di sabato, tutta la sfida si è concentrata tutta nella giornata di domenica, con un unico turno di prove libere e cronometrate prima del via della manche.
Lo spostamento delle prove (approvato da tutti i partecipanti viste le condizioni meteo davvero critiche) non ha condizionato lo svolgimento del resto della gara, che, grazie anche al sole apparso dal mattino, si è potuta svolgere regolarmente.

Tra i duelli più attesi c’era sicuramente quello per l’assegnazione del titolo 125: a contenderselo Simone Croci (KTM Over Competition Mx) e Felice Compagnone (KTM Team Red Racing), che per l’intera stagione si sono spartiti le posizioni del podio, con Croci più frequentemente sul gradino più alto. 
Ed infatti il titolo è andato a Croci, che, molto efficace anche in questo ultimo round, è balzato in testa durante il terzultimo giro della prima manche condotta fino ad allora da Compagnone, ed ha poi chiuso la seconda manche in seconda posizione proprio dietro al rivale dell’intero campionato.
La somma di punti della giornata ha visto i due a pari punteggio, e la discriminante prevista dal regolamento ha premiato Compagnone, che ha vinto la gara; ma non ha cambiato la classifica che vedeva prima del via Croci in testa con un vantaggio di 110 punti. Titolo, dunque, a Simone Croci e vittoria di giornata per Felice Compagnone, in una delle più avvincenti sfide del 2017. Terza posizione sul podio 125 in questa gara di Città di Castello per Marcello Disetti (KTM Mx Garda Lake), terzo in entrambe le manche.

Colpo a sorpresa nella nella MX1 Superveteran, dove Beppe Canella (Honda RS77) ha colto la vittoria di giornata ed ha scalato tre posizioni nella classifica di campionato, concludendo così la stagione al secondo posto. Il bresciano ha dominato dal primo all’ultimo giro la prima manche ed ha chiuso la seconda in terza posizione, salendo così sul podio sul gradino più alto davanti a Paolo Pampuri (Husqvarna Somma Lombardo), due volte secondo nelle manche, ed al già titolare del tricolore Fabio Occhiolini, terzo in questa gara dopo un quarto posto ed una vittoria di manche.

Nella MX2 Superveteran pronostico rispettato per Fabrizio Bennati (Honda Marradi) vincitore del titolo grazie ad un’altra vittoria di giornata. Bennati si presentava a Città di Castello con oltre 300 punti di vantaggio sull’inseguitore Andrea Goffredi (Kawasaki Derapassion Biker`S) ed ha siglato con questo successo il suo titolo. Seconda posizione in campionato ed in gara per Goffredi; terzo sul podio umbro Norbert Lantschner (Yamaha Evergreen) che chiude la stagione in quarta posizione dietro a Corrado Sallicati (Honda Cerbone), terzo in campionato e quarto in questa ultima prova.

Classifica congelata alla gara precedente per i prime tre classificati della MX1 Veteran: assenti Tiziano Peverieri (Honda A.Fagioli), Michele Dal Bosco (Yamaha Evergreen) e Michele Tosetto (Husqvarna Motocross Bovolone), il campionato si è concluso così con i tre nell’ordine primo secondo e terzo in classifica, e Tiziano Peverieri campione tricolore. Il vincitore MX1 Veteran della giornata di Città di Castello è stato invece Pierluigi Bandini (KTM Pellicorse) che ha preceduto sul podio Enrico Fusconi (Honda Leonardo Racing Team Italia), quarto in campionato, e Marco Sensini (KTM Monte Coralli Faenza).
Nella MX2 Veteran il terzetto di testa della classifica si ritrova su podio, con Graziano Peverieri (Yamaha A.Fagioli) vincitore della gara e incoronato Campione Italiano, Andrea Terenzi (Yamaha Deruta 2012 C. Della Maiolica) secondo sul podio e terzo in campionato e Gabriele Fondelli (KTM Marradi) terzo in gara e secondo infine nel campionato.
Vittoria di campionato per la classe 300 per Marco Sensini (KTM Monte Coralli).

Per la categoria femminile, assenti Kiara Fontanesi (Yamaha Fiamme Oro), già vincitrice del suo quinto titolo tricolore con una gara d’anticipo, e Francesca Nocera (Francy Racing Team), anche lei – conti alla mano – matematicamente certa della sua seconda posizione in campionato italiano, la vittoria della giornata è andata alla sempre combattiva Giorgia Montini (Yamaha Mx Garda Lake) che ha preceduto Floriana Parrini (Honda Megan Racing) e Eva Maria Gatscher (Yamaha Ferlu Racing).
Assenza più che giustificata quella di Kiara Fontanesi e Francesca Nocera che hanno partecipato a Villars sous Ecot, in Francia, alla concomitante prova finale del mondiale, dove Kiara ha conquistato il suo quinto titolo mondiale!

Soddisfazione per il Moto Club E.Baglioni per la bella gara che ha contato numeroso pubblico assiepato anche al termine dell'evento attorno al palco premiazioni, dove, alla presenza del Presidente Mara Colligiani del Comitato Regionale FMI Umbria e di Roberto Bianchini responsabile del lla società promoter FXAction, sono stati consegnate le medaglie del campionato ai primi tre di ogni categoria.

Photo courtesy Motocross Romagna - Action Photo Gallery

 

Segui il motocross di FXAction su twitter @fxactionmag

Quasi tutti i titoli in gioco a Città di Castello nell'ultima gara del tricolore Senior

Il crossodromo G.Ceccarini di Città di Castello (PG) si appresta ad accogliere nel prossimo fine settimana, sabato 16 e domenica 17 settembre, la settima e decisiva prova del Campionato Italiano Motocross Senior e Femminile 2017; l’importante appuntamento è organizzato dallo staff del Moto Club E.Baglioni coordinato dall’instancabile presidente Franco Polidori, con la collaborazione del promoter FXAction. 
Sui 1780 metri dell’impianto umbro si decideranno tutti i titoli Motocross Senior di questa stagione, ad eccezione della Superveteran MX1, il cui scettro è già solidamente e matematicamente nelle mani di Fabio Occhiolini (Honda Marradi) fin dalla gara di inizio luglio in Piemonte. Già a segno anche il campionato della categoria femminile, dove per la quinta volta il titolo è andato a Kiara Fontanesi (Yamaha – GS Fiamme Oro).

A dominare la scena nella gara numero sette saranno, dunque, una serie di sfide per il successo delle varie classi: si tratta perlopiù di duelli finali, poiché matematicamente i contendenti rimangono, nella maggioranza dei casi, due per ciascuna classe. Ricordiamo che in ciascun appuntamento vengono assegnati 500 punti di classifica, ovvero 250 per ogni possibile vittoria di manche.

È un vero duello nella 125, dove si sfidano Simone Croci (KTM Over Competition Mx) e Felice Compagnone (KTM Team Red Racing): a comandare è Croci, apparso efficace anche nella penultima prova di Castel San Pietro Terme, dove ha messo a segno un’altra vittoria aggiungendo così ulteriore vantaggio alla sua prima posizione di classifica. I due piloti si presentano a Città di Castello divisi da 110 punti, con Croci a 2430 e Compagnone a 2320. Fuori dai giochi il terzo in classifica, il pur efficace Mahi Villanueva (Yamaha Rt 973 Mx School), staccato ormai di oltre 500 punti dal primo.

Nella Superveteran MX1 la lotta è per la seconda posizione, dove si sfidano Luigi Santori (KTM Monterosato), che però è reduce da un infortunio e potrebbe non essere in piena forma fisica, Paolo Catalano (Honda Rignano Flaminio) e Beppe Canella (Honda RS77), raggruppati nell’ordine dal secondo al quarto posto in un pacchetto di poco più di cento punti
Nella Superveteran MX2 a navigare verso il titolo è Fabrizio Bennati (Honda Marradi), che comanda la provvisoria e gode di un vantaggio di oltre 300 punti sull’inseguitore Andrea Goffredi (Kawasaki Derapassion Biker`S). Un filo di speranza per la conquista dle titolo potrebbe rimanere anche a Corrado Sallicati (Honda Cerbone), matematicamente ancora in lizza poiché staccato di 456 lunghezze dal primo.
In gara per il titolo MX1 Veteran sono Tiziano Peverieri (Honda A.Fagioli) " target="_blank" style="mso-line-height-rule: exactly;-ms-text-size-adjust: 100%;-webkit-text-size-adjust: 100%;color: #2b6c86;font-weight: normal;text-decoration: underline;">vedi foto] e Michele Dal Bosco (Yamaha Evergreen), divisi da meno di duecento punti. Peverieri è balzato in testa alla classifica nella penultima gara, alla quale Dal Bosco non ha partecipato causa altri impegni.
Nella MX2 Veteran la matematica apre la sfida a tre: comanda la classifica Graziano Peverieri (Yamaha A.Fagioli), infortunatosi nella prova di Castel San Pietro, e quindi andato a zero, ma ancora saldamente in testa con 1400 punti. Il secondo e più probabile sfidante per una corsa finale al titolo è Gabriele Fondelli (KTM Marradi), che conta su 1261 punti. Più lontano, ma ancora in partita, Andrea Terenzi (Yamaha Deruta 2012 C. Della Maiolica), con 965 punti.
Nella femminile, dove, come visto, è già incoronata tricolore Kiara Fontanesi, resta aperto il duello per il sempre ambito podio d’onore, che vede sfidarsi Giorgia Montini (Yamaha Mx Garda Lake) e Francesca Nocera (Francy Racing Team), anch’esse ottime protagoniste di questa stagione ed oggi piazzate in seconda e terza posizione, divise da 16 punti.

Per info sul crossodromo G.Ceccarini: www.mcbaglioni.it

Photo courtesy Motocross Romagna - Action Photo Gallery

 

Segui il motocross di FXAction su twitter @fxactionmag

Battute decisive a Castel San Pietro Terme per la corsa al titolo italiano del motocross Senior e Femminile. (2)

Finite le vacanze estive, il motocross firmato FXAction riprende già da fine agosto a gas spalancato con un’importante prova che potrebbe rivelarsi determinante per la classifica finale dei campionati Senior e Femminile 2017: sarà il crossodromo Calvanella di Castel San Pietro Terme, in provincia di Bologna, ad ospitare in questo week-end, sabato 26 e domenica 27 agosto, il sesto appuntamento tricolore delle due categorie. 
Il tracciato, lungo 1650 metri, si sviluppa sul fianco di una collina ed è caratterizzato da un fitto susseguirsi di salite e discese raccordate da curvoni ad ampio raggio che lo rendono tanto spettacolare, tecnico e veloce. I salti, delle più varie tipologie (panettoni, step-up, doppi e gobbe) sono realizzati per conferire alla pista la massima scorrevolezza e linearità. Ad organizzare l’evento sarà il Moto Club San Pietro Terme, sodalizio di riconosciuta esperienza organizzativa con mezzo secolo di storia; a fianco del club sarà, come sempre, il promoter FXAction.

La gara potrà dunque profilare uno scenario quasi definitivo in merito alla classifiche della stagione in corso: a parte la Superveteran MX1 dove Fabio Occhiolini (Honda Marradi) ha già agguantato matematicamente il titolo nell’appuntamento del 2 luglio in Piemonte, le altre classi vedono ancora sfide aperte a due o tre possibili vincitori finali. 
Nella combattuta classe 125 è aperto il duello tra Simone Croci (KTM Over Competition Mx), che comanda la classifica con 2010 punti, ed il rivale Felice Compagnone  (KTM Moto Racing Rieti), che è staccato di 110 lunghezze. Nelle due gare che mancano alla conclusione del campionato i due dovranno però porgere molta attenzione anche al ritorno di Mahi Villanueva (Yamaha Rt 973 Mx School): il pilota delle Canarie - che corre con licenza italiana – ha mancato un appuntamento a causa di un infortunio, ma in tutte le altre gare è sempre risultato efficace e veloce. Villanueva, terzo nella classifica provvisoria, conta oggi su 1483 punti, ma la sua determinazione potrebbe permettergli un rapido recupero.
Un altro duello ravvicinato per la conquista del titolo Senior 2017 è quello della MX1 Veteran, che vede protagonisti Michele Dal Bosco (Yamaha Evergreen) e Tiziano Peverieri (Honda A.Fagioli). Sempre sul podio delle cinque gare viste da inizio stagione, i due si sono spartiti le vittorie di manche ed ora si trovano ad un distacco di 310 punti con Dal Bosco nel ruolo di capoclassifca, con 2270 punti, in virtù del successo in ben sei manche e, complessivamente, quattro gare vinte. Peverieri ha vinto invece tre manche ed un solo appuntamento. In lizza per le tre prime posizioni anche Michele Tosetto (Husqvarna Motocross Bovolone), anche lui sempre sul podio, ed oggi terzo in classifica provvisoria a quota 1660.

Nella 300 Veteran MX1 il meglio piazzato è Roberto Todaro (Yamaha Rt 973 Mx School) che conta su 410 punti; lo segue Marco Sensini (KTM Monte Coralli Faenza) a quota 300.
Vantaggio nella Veteran MX2 per l’altro Peverieri, Graziano (Yamaha A.Fagioli), che conduce la classe con 1400 punti e vede molto vicino il titolo; difficile la scalata per Gabriele Fondelli (KTM Marradi), staccato di 489 punti.
Nella Superveteran MX1, la cui corona è andata in anticipo a Fabio Occhiolini, resta aperta la battaglia per il posto d’onore: in lizza sono Luigi Santori, che conta su 1227 punti ed un terzetto di piloti efficaci quali Paolo Catalano (Honda Rignano Flaminio), a 972 punti, Beppe Canella (Honda RS77), a 920, e Mauro Vagadore (Kawasaki Dirty Bike `97) a 914. 
Nella 300 Superveteran i tre pretendenti allo scettro 2017 sono Sandro Bortolotti (KTM Gruppo Sasso Marconi) che comanda con 356 punti, Fabio Fallarini (Honda Migliori Sm Action Ssd), a quota 277, e Bruno Fumagalli (KTM P. Mozzanica), con 227 punti.
Nella Superveteran MX2 Fabrizio Bennati (Honda Marradi) potrebbe approfittare della gara di Castel San Pietro per prendere decisamente il largo verso il titolo: conta oggi su 1274 punti contro gli 833 di Corrado Sallicati (Honda Cerbone) ed i 785 di Norbert Lantschner (Yamaha Evergreen).
Nella classe femminile, Kiara Fontanesi (Yamaha Fiamme Oro), dopo cinque vittorie nei cinque appuntamenti disputati ad oggi, appare già pronta per il pronosticato nuovo titolo tricolore; ma, vista la determinazione di Francesca Nocera (Francy Racing Team) – seconda in classifica a 36 lunghezze – e di Giorgia Montini (Yamaha Mx Garda Lake), terza a 48 punti di distacco, per la quattro volte iridata queste ultime due gare non saranno solo una semplice formalità.

 

 

 

 

A Castel San pietro Terme Kiara Fontanesi conquista il suo quinto titolo tricolore. Sfida ancora aperta fino a metà settembre per la quasi totalità delle classi Senior. (2)

Dopo la pausa di agosto il Campionato Italiano Motocross Senior e Femminile si è riavviato a pieno regime a Castel San Pietro Terme (BO) con una gara combattuta che ha portato a Kiara Fontanesi (Yamaha Fiamme Oro) il quinto titolo italiano femminile con un appuntamento di anticipo ed ha invece mantenuto in gioco tutti i titoli di classe senior ancora da assegnare.
Come da pronostico, la Fontanesi - foto in alto - ha messo a segno il sesto successo consecutivo di questa stagione, vincendo tutte le manche disputate fino ad ora: considerando lo scarto previsto dal regolamento il risultato mette matematicamente al sicuro il suo titolo italiano 2017. Nella lunga rincorsa, iniziata da Malpensa a fine marzo, ha incontrato efficaci rivali, prime fra tutte Giorgia Montini (Yamaha Mx Garda Lake), e Francesca Nocera (Francy Racing Team) , entrambi sul podio anche in questa gara come spesso è accaduto nelle precedenti. Molto determinata Francesca Nocera, seconda qui in Emilia, e capace di mostrare una notevole crescita dopo il rientro dell’ormai dimenticato infortunio. Prima della Under 17 femminile a Castel San Pietro è stata ancora Elisa Galvagno (Husqvarna Megan Racing).

Se per la femminile è, dunque, tutto definito, sono invece rinviate alla gara finale del 16 e 17 settembre di Città di Castello (PG) tutti gli altri verdetti della 125 e Senior, ad eccezione, naturalmente, della MX1 Superveteran dove il titolo è stato già assegnato matematicamente a Fabio Occhiolini (Honda Marradi) nella passata prova di Paroldo in Piemonte.
Nella 125 continua il duello tra Simone Croci (KTM Over Competition Mx) e Felice Compagnone  (KTM Moto Racing Rieti): in questa prova appena disputata a mettere a segno un’altra vittoria è stato Croci, che ha vinto gara 1 rimontando dal terzo posto e superando dapprima Mahi Villanueva  (Yamaha Rt 973 Mx School) e poi, all’undicesimo dei quattordici giri, Compagnone rallentato da un calo di efficacia del freno posteriore.
Nella seconda gara, vinta da Villanueva, Croci e Compagnone hanno combattuto per il secondo posto finito proprio a Compagnone. La classifica di giornata ha visto quindi i due a pari punteggio con Croci sul primo gradino del podio per discriminante prevista dal regolamento, Compagnone secondo e lo spagnolo Villanueva terzo.
La classifica provvisoria di campionato vede ora un altro piccolo balzo in avanti per Croci che conta su un vantaggio di 110 punti (2430 contro 2320) sul pilota del Moto Racing Rieti. Matematicamente fuori dalla partita per il titolo Villanueva, che, malgrado il tentativo di rimonta, è ormai ad oltre 500 punti di distacco dal capofila.

Nella MX1 Superveteran, che registrava l’assenza al cancelletto del già campione Occhiolini, costretto al ruolo di spettatore a bordo pista causa un in fortunio in allenamento, la vittoria è andata ad  Adriano Piunti (Honda Royal Racing Team), capace di uno splendido exploit che lo ha visto vincitore delle due manche, seguito sul podio in seconda posizione da Paolo Catalano (Honda Rignano Flaminio) e da Paolo Pampuri (Husqvarna Somma Lombardo). Fuori dalla partita il secondo in classifica provvisoria della MX1 Superveteran Luigi Santori (KTM Monterosato) a causa di un contatto in gara con Manlio Giachè (Honda Quarantaquattro Racing) cha ha portato entrambi in infermeria, fortunatamente senza gravi conseguenze per i due piloti. Malgrado il doppio zero in questa gara, Santori mantiene la seconda posizione in classifica, incalzato ora più da vicino da Paolo Catalano – a quindici lunghezze – e Beppe Canella (Honda RS77), quinto in questa gara e quarto in classifica a 103 punti da Santori.
Nella 300 Superveteran il podio di Castel San Pietro ha visto salire nell’ordine dal primo al terzo posto Sandro Bortolotti (KTM Gruppo Sasso Marconi), Fabrizio Fallarini (Honda Migliori Sm Action) e Bruno Fumagalli (KTM P.Mozzanica).

Nella MX2 Superveteran, dominata a mani basse in questa gara dall’outsider Valter Bartolini (Yamaha Moto Club Casalfiumanese) continua la marcia di Fabrizio Bennati (Honda Marradi) verso il titolo: terzo sul podio dietro, appunto, a Bartolini ed all’ottimo secondo Andrea Goffredi (Kawasaki Derapassion Biker`S), vede ora leggermente ridotto il suo vantaggio proprio su Goffredi, secondo nella provvisoria. Oltre 300 punti di margine (1454 contro i 1114 di Goffredi) potrebbero però consentire a Bennati di ben amministrare il suo finale di campionato. Più lontano invece il terzo in classifica provvisoria Corrado Sallicati (Honda Cerbone), quarto in questa ultima gara e con 998 punti al suo attivo.

A svettare nuovamente nella MX1 Veteran è stato Tiziano Peverieri (Honda A.Fagioli), il quale ha approfittato dell’assenza del rivale abituale Michele Dal Bosco (Yamaha Evergreen) - impegnato altrove - per conquistare senza grosse difficoltà la vittoria di giornata e passare al comando della classifica.
Il campionato anche di questa classe si deciderà quindi all’ultima gara: i due sfidanti sono divisi da meno di duecento punti. A completare il podio di Castel San Pietro sono stati Enrico Fusconi (Honda Leonardo Racing Team Italia) e Giuseppe Prearsi (Yamaha Top Rider), rispettivamente secondo e terzo.

Nella MX2 Veteran doppio zero nelle due manche per il leader di classifica Graziano Peverieri (Yamaha A.Fagioli) a causa di un infortunio durante le prove cronometrate che, pur senza gravi conseguenze, gli ha impedito di prendere il via alla gara.
La vittoria è andata a Gabriele Fondelli (KTM Marradi), che ha preceduto Andrea Terenzi (Yamaha Deruta 2012 C. Della Maiolica) e Alessio Siroti (KTM Wyss Motorsport Team). Malgrado la battuta a vuoto, Graziano Peverieri mantiene il comando della classifica con 1400 punti, seguito da Fondelli a 1261 e Terenzi a 965: anche qui tutto rinviato, quindi, al gran finale di metà settembre.

Soddisfatto il promoter Roberto Bianchini di FXAction per la bella gara e la, ancora una volta, consistente griglia di partenza che ha contato 136 piloti: un numero rilevante se si pensa al periodo ancora parzialmente vacanziero ed al fatto che questa era il penultimo appuntamento di campionato.
Ottimo il lavoro del Moto Club San Pietro Terme, che ha gestito la gara magistralmente preparando il terreno del circuito con cura, annaffiandolo nel modo corretto per sopperire alla mancanza di pioggia degli ultimi mesi.

Photo courtesy Motocross Romagna - Action Photo Gallery

Nella quinta prova Senior di Paroldo il mattatore è l’ospite d’eccezione Alex Puzar. Fabio Occhiolini sale due volte sul gradino d’onore della Superveteran e si aggiudica il tricolore con tre gare di anticipo. (2)

Il Campionato Italiano Motocross Senior e Femminile continua ad entusiasmare con appuntamenti combattuti che contano un gran numero di partecipanti al via, e con qualche buona sorpresa: la quinta prova del torneo tricolore disputata domenica – 2 luglio - in Piemonte sul circuito di Paroldo (CN) ad opera del Moto Club Cairo Montenotte ha regalato un altro fine settimana di belle gare, incoronando in anticipo il dominatore della Superveteran Fabio Occhiolini (Honda Marradi) e regalando abbondante spettacolo con il valore aggiunto della partecipazione di Alex Puzar (Kawasaki) - foto di copertina. Il due volte iridato nato a Ceva 49 anni fa si è schierato con grande passione ed ancora con grande determinazione ed efficacia al cancelletto della pista per lui di casa, centrando senza indugi il miglior tempo nelle cronometrate e la vittoria delle due manche della giornata.

È stata, dunque, una gara ricca di contenuti agonistici, che, oltre alla vittoria matematica di Occhiolini, ha disegnato in modo quasi definitivo lo scenario di fine campionato per le altre classi. 
Quella di Occhiolini è stata una galoppata inarrestabile fin dalla prima gara della stagione: sempre sul podio da vincitore o, alla peggio, sul gradino d’onore, il plurititolato è arrivato al termine di questa gara piemontese con un vantaggio di oltre 1000 punti sul più diretto inseguitore Luigi Santori (KTM Monterosato), ovvero matematicamente titolare dello scettro tricolore Superveteran MX1 2017.
La gara di Occhiolini a Paroldo è stata tutta all’insegna del duello con Puzar il quale ha corso nella Superveteran, però per la classifica MX2 e fuori ovviemente dai giochi di campionato. Nella prima manche Occhiolini si è lanciato in un lungo inseguimento a Puzar senza però riuscire a superarlo; nella seconda manche è scattato invece davanti ed è riuscito a resistere fino a quanto l’iridato non ha inventato in un sorpasso da manuale che gli ha fatto guadagnare la prima posizione riportandolo nuovamente primo al traguardo.
I primi tre posti Superveteran sono andati quindi a Puzar, vincitore delle due manche, poi ad Occhiolini, salito sul gradino d’onore e primo della MX1, ed a Manlio Giachè (MX1 Honda Quarantaquattro Racing), terzo di giornata.
Per quanto riguarda le classi, nella MX2 Superveteran dietro al vincitore Puzar si sono piazzati Fabrizio Bennati (Honda Marradi), secondo, ed Andrea Goffredi (Kawasaki Derapassion Biker`S). La classifica attuale della MX2, a due gare del termine, propone Bennati in testa e molto vicino all’ipoteca del titolo grazie ad un bottino di 1274 punti contro gli 883 di Corrado Sallicati (Honda Cerbone), il quale in questa gara ha conquistato un quinto posto di giornata.
Nella Superveteran MX1, dove - come già scritto -, lo scettro è già andato ad Occhiolini, resta aperta la lotta per il secondo ed il terzo posto tra Luigi Santori, che gode di un buon vantaggio, e Paolo Catalano (Honda Rignano Flaminio) e Beppa Canella (Honda RS77); questi ultimi due sono in terza e quarta posizione divisi da soli 72 punti.

Nella Veteran si è riproposto anche a Paroldo un bel duello tra Michele Dal Bosco (Yamaha Evergreen) e Tiziano Peverieri (Honda A.Fagioli), che hanno concluso le due manche con un primo ed un secondo posto a testa e la vittoria a Dal Bosco in quanto meglio piazzato nella seconda manche. I due sfidanti sono saliti quindi sul podio della MX1, completato col terzo piazzamento di Michele Tosetto (Husqvarna Motocross Bovolone), autore di positivi terzi posti nelle due manche. La classifica MX1 Veteran vede quindi Dal Bosco e Tiziano Peverieri rispettivamente primo e secondo divisi da 330 punti: si prospettano quindi due gare finali combattutissime per la corsa al tricolore di classe. Più staccato, e tuttavia  non ancora matematicamente fuori dai giochi, Michele Tosetto è in terza posizione con un totale 1660 punti, ovvero 610 in meno del leader Dal Bosco.
Nella MX2 Veteran si registra un’altra vittoria di Graziano Peverieri (Yamaha A.Fagioli), più rapido di Andrea Terenzi (Yamaha Deruta 2012 C. Della Maiolica), secondo, e di Marcello Ciriale (Kawasaki Cassanese), terzo. In classifica di campionato la sfida per la vittoria rimane aperta principalmente per Gabriele Fondelli (KTM Marradi), quarto di classe qui a Paroldo, e staccato di poco meno di 500 punti dal leader Graziano Peverieri. 

Nella sempre vivace classe 125 i protagonisti sono stati ancora una volta Felice Compagnone (KTM Moto Racing Rieti), Simone Croci (KTM Over Competition Mx) e Mahy Villanueva (Yamaha Rt 973 Mx School). Nella prima manche Compagnone non ha sbagliato nulla: partito in testa, ha controllato la gara per tutti i giri fino a giungere vittorioso al traguardo; dietro di lui Croci, partito a sua volta velocissimo dalla seconda poszione, ha dovuto subire la rincorsa di Villanueva, che risalendo dal terzo posto lo ha passato precedendolo infine al traguardo.
Nella seconda manche è stato Croci a dettare legge: in testa dal primo giro, si è aggiudicato autorevolmente la frazione malgrado i tenaci tentativi di recupero di Compagnone il quale, alla fine si è dovuto accontentare del secondo posto. Terzo nella seconda manche Villanueva, autore anche qui di una formidabile rimonta dopo una partenza non perfetta.
Il primo gradino del podio è andato quindi a Compagnone davanti a Croci e Villanueva.
Croci mantiene comunque il comando della classifica di campionato ma vede assottigliarsi il suo vantaggio su Compagnone a sole 110 lunghezze. Terzo in graduatoria è ora Villanueva, che supera Yuri Pasqualini, e vede avvicinarsi, almeno matematicamente, la possibilità di insidiare i primi due posti di campionato: assente ad una prova causa infortunio, lo spagnolo della Canarie conta oggi 1483 punti contro i 1900 di Compagnone ed i 2010 di Croci.

Nella categoria femminile è ancora una volta Kiara Fontanesi (Yamaha GS Fiamme Oro) a mettere un doppio sigillo sulle due manche, seguita da Giorgia Montini (Yamaha Mx Garda Lake) e Francesca Nocera (Suzuki Francy Racing Team) che si sono alternate in seconda e terza posizione nelle due frazioni. Francesca Nocera, apparsa sempre più in forma dal suo rientro, ha condotto un’ottima prima manche ed è purtroppo incappata in una caduta nella seconda frazione, che le ha impedito di ripetere l’impresa.
La classifica vede Kiara Fontanesi in testa a 250 punti, con punteggio pieno, seguita da Francesca Nocera a 214 e da Giorgia Montini. L’assegnazione di punteggio del campionato Women prevede 25 punti per ogni manche, pertanto non è ancora matematicamente nelle mani di Kiara Fontanesi il titolo 2017 anche se le probabilità di una riconferma tricolore della 4 volte mondiale sono altissime.

 

 

 

  • image
Previous Next

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy