clip image028 clip image030

logo fmi

Decreto Legge n.33 del 16 maggio 2020 e DPCM 17 maggio 2020. Aggiornamenti FMI

  • logo fmi1) A seguito di quanto previsto dal Decreto Legge n.33 – disponibile cliccando qui – le cui disposizioni si applicano sino al 31 luglio e dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio – disponibile cliccando qui – le cui disposizioni sono efficaci fino al 14 giugno 2020 sono state adottate le seguenti misure per l’attività sportiva:

Attività sportiva e all’aperto per tutti i cittadini

È consentito lo svolgimento di generica attività sportiva e motoria all’aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, ove accessibili, a condizione che sia rispettata la distanza di sicurezza interpersonale di almeno 2 metri per l’attività sportiva e almeno 1 metro per ogni altra attività. Lo svolgimento di tali attività, sino al 2 giugno compreso, deve avvenire all’interno della Regione in cui attualmente ci si trova. In ogni momento il Sindaco può disporre la chiusura temporanea delle aree. Tali misure dovranno essere inserite in apposite ordinanze Regionali e Provincie autonome.

Allenamenti degli atleti agonisti e non agonisti a porte chiuse

Viene disposta dal 18 maggio la ripresa delle sessioni di allenamento di tutti i tesserati atleti (per FMI Licenze e Tessere Sport) degli sport individuali e di squadra, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale, senza assembramento e a porte chiuse. Per i soli atleti riconosciuti di Interesse Nazionale è prevista la possibilità di spostarsi da una Regione all’altra.

Centri sportivi aperti al pubblico

A decorrere dal 25 maggio 2020, è disposta la riapertura al pubblico di centri e circoli sportivi, pubblici o privati. A tali fini sono emanate linee guida dell’Ufficio dello Sport.

Manifestazioni ed eventi sportivi

Sino al 14 giugno restano sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici e privati. Ulteriori proroghe del divieto possono essere valutate alla luce dell’andamento epidemiologico. Le Regioni e le Provincie autonome possono stabilire una diversa data di ripresa

Si precisa che questa impostazione è desunta dal dettato delle normative e i chiarimenti fin qui assunti dalle Autorità competenti e sono di carattere generale. È necessario sempre e in tutte le circostanze verificare le ordinanze assunte dalle rispettive Regioni e Provincie autonome nonché le prescrizioni delle Amministrazioni Comunali e le Autorità Sanitarie

 

  •  2) Al fine di evitare diversità interpretative ed applicative, la Federazione Motociclistica Italiana indica – di seguito – le misure relative allo svolgimento di tutta l’attività motociclistica organizzata sotto il coordinamento delle attività federali:

Per quanto riguarda l’attività sportiva e all’aperto per tutti i cittadini, questa attiene all’esercizio di attività di tipo sportivo, atletico e motorio effettuato dal privato cittadino per il mantenimento di un corretto stato di salute fisica e non attiene alle attività di allenamento sportivo delle discipline che rientrano nella competenza di ciascuna Federazione Nazionale.

La responsabilità per la corretta applicazione di questa norma ricade solo ed esclusivamente sul comportamento del cittadino. A tal fine si sensibilizza sul controllo della normativa locale (Regioni e Provincie autonome e Comuni) che potrebbe differenziarsi dalle disposizioni generali.

Nell’ambito dell’attività organizzata dalla Federazione Motociclistica Italiana, in osservanza delle disposizioni governative – fatta salva ogni eventuale ed ulteriore indicazione interpretativa dovesse giungere dalle autorità governative nei prossimi giorni, di cui provvederemo a fornire tempestiva comunicazione – varranno dal 18 maggio 2020 le seguenti indicazioni:

  • È CONSENTITA l’attività di allenamento individuale e collettiva (collegiali nazionali e regionali)  in impianti omologati FMI e all’aperto in base alle singole ordinanze regionali, di tutti i piloti in possesso di Tessera Sport, Tessera Mini Sport e Licenza Agonistica esclusivamente effettuata all’interno della propria Regione salvo diverse indicazioni degli organi territoriali o in seguito a designazioni federali.
  • SONO SOSPESE le attività collettive di formazione e didattica (corsi non sportivi o attività di base delle Scuole di Motociclismo) e gli Hobby Sport Master che si svolgono sotto il coordinamento federale a livello nazionale e territoriale fino al 24 maggio compreso.
  • SONO SOSPESE le competizioni o le manifestazioni sportive e turistiche federali di ogni ordine e specialità motociclistica, compresi gli eventi di promozione sportiva fino al 14 giugno compreso.

 Si ricorda che tutte le attività debbono essere effettuate nel rispetto delle Linee Guida governative, della FMI e della FMSI e che le Regioni e le Provincie autonome potrebbero stabilire specifiche ordinanze. Per questo motivo si sensibilizza sulla necessità di verificare la normativa locale (Regioni e Provincie autonome e Comuni) che potrebbe differenziarsi dalle disposizioni generali.

La FMI sta lavorando incessantemente per garantire a tutti i suoi tesserati e licenziati la ripresa progressiva delle attività nel più ampio grado di sicurezza e nel rispetto delle regole prescritte

Si invitano gli Affiliati, i Licenziati ed i Tesserati a informarsi sulle novità che dovessero concretizzarsi oltre che sugli ordinari organi di stampa, anche attraverso il sito web federale www.federmoto.it

Clicca qui per i documenti e Linee Guida per il contrasto alla diffusione del Covid-19 nelle attività sportive

Lenti a strappo ma solo se con dispositivo di trattenimento

logo fmiDurante la riunione del Settore Tecnico Sportivo, è stata apportata una modifica al regolamento del Motocross che è bene segnalare a tutti i piloti di ogni livello. La modifica riguarda il precedente divieto di usare le lenti a strappo durante le manifestazioni FMI per evitare ovviamente la loro dispersione e il conseguente aumento di materie plastiche nel terreno.

Si potranno pertanto adoperare le lenti a strappo ma solo con un laccio di trattenimento, o sistema equivalente, che ne impedisca la dispersione nell’impianto. Il malfunzionamento del sistema di trattenimento delle lenti e la loro dispersione nell’impianto, comporterà una sanzione, applicata dai Commissari di Gara, pari all’importo di € 50,00.

La nuova regola è già stata inserita nel regolamento Motocross 2020 (Titolo I, art. 44), disponibile cliccando qui

Annullati i Trofei delle Regioni FMI 2020 per favorire la ripresa dell’attività territoriale

logo fmiLa Federazione Motociclistica Italiana, a seguito di un’attenta e approfondita analisi, comunica l’annullamento dei Trofei delle Regioni 2020.

La decisione, condivisa con i Presidenti dei Comitati Regionali e poi negli incontri dei giorni scorsi da tutti i responsabili delle discipline coinvolte, è stata presa per favorire la ripresa dell'attività regionale. Da una parte, l'annullamento di tali competizioni consente di liberare alcune date utili a recuperare le tappe dei campionati regionali rinviate a causa dell’emergenza Coronavirus. Allo stesso tempo, permette ai Comitati Regionali FMI di destinare maggiori risorse al supporto delle attività territoriali organizzate dai Moto Club.

Nel 2020 non si disputeranno quindi i Trofei delle Regioni, originariamente previsti tra settembre e ottobre, di Motocross, Motocross Junior, Enduro, MiniEnduro, Supermoto e Trial. Annullata anche la terza edizione del Trofeo delle Regioni Mototurismo, inizialmente in programma in Piemonte, dove verrà comunque ospitato nel 2021.

“Il 2020 è un anno molto particolare, condizionato dall’emergenza Covid-19”, spiega il Presidente FMI Giovanni Copioli, che nel corso del tempo ha testimoniato l’importanza dei Trofei delle Regioni assistendo a diverse edizioni. “La FMI è pronta per la ripartenza di tutta l’attività, indipendentemente da quando ciò avverrà, ma siamo convinti che serva un forte supporto relativamente a quella territoriale. E’ quindi necessario dare grande impulso all’attività regionale, dove sono impegnati migliaia di piloti e addetti ai lavori. Questa impostazione è stata condivisa con i Comitati Regionali, vero e proprio punto di riferimento per Tesserati e Moto Club. Nel 2021, poi, torneremo ad organizzare i Trofei delle Regioni con ancora più entusiasmo e passione”.

DPCM 26 aprile 2020. Aggiornamenti FMI

logo fmiA seguito delle disposizioni previste dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 aprile 2020 – disponibile cliccando qui - al fine di evitare diversità interpretative ed applicative, la Federazione Motociclistica Italiana indica - di seguito – le misure relative allo svolgimento di tutta l’attività motociclistica organizzata sotto il coordinamento delle attività federali.

Si precisa che  quanto previsto dal seguente articolo del DPCM…

Art. 1 comma 1 f)

non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto; è consentito svolgere individualmente, ovvero con accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti, attività sportiva o attività motoria, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività”.

.attiene all'esercizio di attività di tipo sportivo, atletico e motorio effettuato dal privato cittadino per il mantenimento di un corretto stato di salute fisica e non attiene alle attività di allenamento sportivo delle discipline che rientrano nella competenza di ciascuna Federazione Nazionale. 

La responsabilità per la corretta applicazione di questa norma ricade solo ed esclusivamente sul comportamento del cittadino. A tal fine si sensibilizza sul controllo della normativa locale (regionale e/o comunale) che potrebbe differenziarsi dalle disposizioni generali.

Nell’ambito dell’attività organizzata dalla Federazione Motociclistica Italiana, in osservanza delle disposizioni governative - fatta salva ogni eventuale ed ulteriore indicazione interpretativa dovesse giungere dalle autorità governative nei prossimi giorni, di cui provvederemo a fornire tempestiva comunicazione - varranno dal 4 maggio 2020 fino al 17 maggio 2020 le seguenti indicazioni:

Art. 1 comma 1 g)

sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati. Allo scopo di consentire la graduale ripresa delle attività sportive, nel rispetto di prioritarie esigenze di tutela della salute connesse al rischio di diffusione da COVID-19, le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti – riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e dalle rispettive Federazioni, in vista della loro partecipazione ai giochi olimpici o a manifestazioni nazionali ed internazionali – sono consentite, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, a porte chiuse, per gli atleti di discipline sportive individuali”.

Quindi, per maggiore chiarezza:

  • SONO SOSPESE le manifestazioni o competizioni sportive federali di ogni ordine e specialità motociclistica, a livello nazionale e territoriale almeno fino al 17 maggio compreso.

  • SONO SOSPESE le attività che si svolgono sotto il coordinamento federale compresi i raduni mototuristici, i corsi per Licenziati, le sedute di allenamento strutturato (collegiali o stage), a livello nazionale e territoriale almeno fino al 17 maggio compreso.

  • E’ CONSENTITA l’attività di allenamento – in impianti omologati FMI ed autorizzati all’apertura in base alle singole ordinanze regionali - degli atleti riconosciuti di interesse nazionale dalla FMI, ovvero:

  1. Piloti di interesse nazionale

  2. Talenti Azzurri

  3. Talenti nazionali

  4. Piloti già iscritti a campionati mondiali ed europei

I suddetti piloti, in possesso di Licenza nazionale, riceveranno apposita e personale comunicazione della FMI che li autorizza a svolgere allenamenti, sempre nel rispetto delle misure di protezione indicate nel DPCM e di eventuali ulteriori disposizioni locali.

La FMI sta lavorando incessantemente per garantire a tutti i suoi tesserati e licenziati la ripresa progressiva delle attività nel più ampio grado di sicurezza e nel rispetto delle regole prescritte. E’ per questo che è già stato attivato, da settimane, un comitato tecnico costituito dai vertici del Settore Tecnico Sportivo, dall’Ufficio Impianti, dalla Commissione Medica e dalla Commissione Sicurezza che sta perfezionando le Linee Guida, in collaborazione con la Federazione Medico Sportiva, al fine di uniformare le modalità attuative di ripresa dell’attività sportiva sia in fase di allenamento che, successivamente, di gara. Si invitano gli Affiliati, i Licenziati ed i Tesserati a informarsi sulle novità che dovessero concretizzarsi oltre che sugli ordinari organi di stampa, anche attraverso il sito web federale www.federmoto.it

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy