clip image028 clip image030

logo fmi

A Ponte Sfondato arriva solo Torsiello

torsielloCondizioni estreme alla terza prova dell’italiano Rider-Expert: gara interrotta dopo la prima manche Mx1 per il troppo fango. Il piemontese della Yamaha è l’unico pilota al traguardo a pieni giri

 
 

MONTOPOLI DI SABINA (RI) - Ponte Sfondato per uomini duri. Nella terza prova del campionato italiano motocross Rider-Expert la grande protagonista è la pioggia, che spinge al limite (e anche oltre) piloti, pista e mezzi meccanici.

Nonostante il grande sforzo organizzativo del moto club Wyss Motorsport, la manifestazione si chiude dopo la prima manche della classe Mx1, a causa del fango che ha ormai reso impraticabile ogni punto del tracciato. Una decisione, quella della direzione di gara, che anticipa di qualche minuto un temporale violentissimo, il cui arrivo dissipa ogni dubbio residuo sulla possibilità di proseguire con le gare.

 

Una sola manche in scena, quindi: quella della Mx1, che assomiglia più a una sfida di sopravvivenza che a una gara di cross. Unico pilota al traguardo è Fabio Torsiello (Yamaha – Fast Cross), che proprio all’ultimo giro supera il padrone di casa Federico Angelici (Honda – Tnt), costretto a fermarsi poche decine di metri prima del traguardo con la moto in avaria. Nonostante non arrivi alla bandiera a scacchi, Angelici è comunque secondo assoluto, perché anche tutti gli altri piloti sono costretti ad arrendersi al fango.

Con questo successo, Torsiello passa in testa alla classifica della categoria Expert, precedendo sul podio di Ponte Sfondato Mattia Giampieri (Yamaha – Fagioli) e Giacomo Giammaria (Yamaha – Racing Terni). Solo nono Nicola Dolce (KTM – Esanatoglia), rimasto a lungo impantanato in mezzo alla pista.

Nella Rider Angelici è davanti ai suoi rivali per il campionato, Ivo Lasagna (Honda – Panicale) e Federico Zuin (Yamaha – Marigo). In totale, dei 26 partenti, solo 12 risultano classificati, cioè con almeno il 50% della gara percorso.

 

La prossima prova del campionato italiano Rider-Expert sarà l’ultima, a Bosisio Parini (LC) il 15 e 16 giugno, con la speranza che il meteo sia più clemente e consenta a tutti i piloti di giocarsi le proprie chance. All’appuntamento saranno presenti anche quad e sidecarcross.

Nella Rider Angelici è davanti ai suoi rivali per il campionato, Ivo Lasagna (Honda – Panicale) e Federico Zuin (Yamaha – Marigo). In totale, dei 26 partenti, solo 12 risultano classificati, cioè con almeno il 50% della gara percorso.

CONTINUA A LEGGERE SUL SITO 
FXACTIONMAGAZINE

CLASSIFICHE
 

Alessandro Castellani Ufficio Stampa FXAction 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tutto condensato la domenica il Rider-Expert di Ponte Sfondato

pontesfondatoUltimi preparativi per il ritorno sulla scena nazionale della pista in provincia di Rieti. Il programma di gara condensato in una sola giornata.

 
 

Il campionato italiano motocross Rider-Expert arriva a Ponte Sfondato il 18 e 19 maggio per la terza prova.

Per il tracciato reatino, probabilmente il più prestigioso e blasonato del Lazio, è finalmente ora del grande ritorno alle manifestazioni nazionali, dopo l’annullamento per maltempo della gara finale dell’italiano quad e sidecarcross 2018. Il moto club Wyss Motorsport ha già dimostrato l’efficienza del suo lavoro, con un impianto ammodernato in ogni suo aspetto e gestito in maniera impeccabile, sicuramente all’altezza di un campionato italiano.

La Federazione Motociclistica Italiana, in accordo con la FXAction ed il moto club organizzatore, ha previsto di condensare l’intero programma di gare alla giornata di domenica 19; sabato pomeriggio prove libere gratuite per tutti i piloti iscritti all’italiano e operazioni preliminari a partire dalle 17. L’apertura del paddock rimane confermata venerdì dalle 17 alle 22 e sabato mattina dalle 7,30.

 

La sfida in pista sarà senza dubbio interessante. Le prime due gare di Città di Castello e Fermo hanno delineato un quadro incertissimo soprattutto nella Expert Mx1, con Nicola Dolce (KTM – Esanatoglia) in testa alla classifica con un margine ridottissimo su Fabio Torsiello (Yamaha – Fast Cross).

Tra i duellanti può inserirsi Ivo Lasagna (Honda – Panicale), che, pur correndo nella categoria Rider, a Fermo ha dimostrato di essere in grado di competere per la vittoria a livello assoluto. Ma il capoclassifica della Rider è ancora Federico Angelici (Honda – Tnt), da tenere d’occhio anche perché a Ponte Sfondato corre in casa.

Situazione ben diversa nella Expert Mx2, dove Micol Pacini (Yamaha – Team Fix) ha dominato in lungo e in largo sia la prova di Città di Castello che quella di Fermo. Alle sue spalle, ma a una certa distanza si è sempre piazzato Leonardo Lazzeri (Kawasaki – Aretina).

Nella Rider Mx2 la tabella rossa è sulla moto di Alessandro Mei (Yamaha – Fermignanese), il più regolare tra i pilota. Ma finora questa categoria ha dimostrato che a ogni manche può verificarsi un colpo di scena in grado di ribaltare la situazione e per questo la classifica è ancora molto fluida. Dietro a Mei ci sono Manuel Baruffa (Honda – Panicale) e Giuseppe Di Carlo (Husqvarna – Kalatia).

 
 

COMUNICAZIONE CAMPIONATO ITALIANO MOTOCROSS RIDER e EXPERT 2019

ponte sfondato 18 19 maggioPONTE SFONDATO M.C. WYSS MOTORSPORT TEAM

 Buongiorno a tutti i piloti iscritti al CAMPIONATO ITALIANO MOTOCROSS RIDER & EXPERT 2019, in vista della prova del prossimo weekend sulla pista di "PONTE SFONDATO" si comunica quanto segue:

la gara si svolgerà in unica giornata, pertanto DOMENICA 19 maggio p.v.
Il paddock comunque apre VENERDI' dalle ore 17 alle ore 22 e SABATO  mattina dalle ore 7,30.
Ci teniamo a comunicare che al SABATO 18 Maggio si effettueranno  dei turni di prove libere per i piloti iscritti alla gara gestite dal moto Club organizzatore, le prove libere per i piloti iscritti al Campionato Italiano  saranno GRATUITE. Per i piloti che parteciperanno  alla gara di contorno all'Italiano le prove libere saranno a PAGAMENTO.
Ulteriori informazioni , inizio Operazioni preliminari e TIME TABLE della giornata  riceverete aggiornamenti nelle prossime ore.

Trofeo Maxienduro e Scrambler: Roberto Fantaguzzi vince anche a Spoleto

Il pilota piemontese in sella alla snella Montesa 4Ride conquista la seconda prova del Trofeo Maxienduro e Scrambler e domina la classifica generale. Vince nuovamente anche Nicola Di Piero, primo della maxi bicilindriche. Successo femminile nelle enduro mono con Irene Cicognani sul gradino più alto. Nelle scrambler 500 si impone Alessandro Pagliacci.
Si ripete tra le special Alessandro Morganti con la sua 883, che porta a casa la coppa di classe e quella per la più bella moto in gara.
Secondo posto nella Scrambler Heavy per il presidente FMI Giovanni Copioli.

 
Comunicato stampa 02.05.2019


Il presidente Giovanni Copioli

Cresce l’interesse degli appassionati ed aumenta il gusto ed il divertimento per il Trofeo Maxienduro e Scrambler 2019 che mercoledì primo maggio ha messo a segno il secondo appuntamento della stagione con una bella gara in terra umbra.
Ad organizzare l’evento numero due del torneo nazionale dedicato ad endurone, special e scrambler è stato il Moto Club Spoleto capitanato dal presidente Daniele Cesaretti, che, non lontano dal prezioso centro storico della città adagiata sul Colle di Sant’Elia, ha realizzato un bella prova speciale fettucciata su un pratone erboso in leggera contropendenza, da cui partiva uno splendido percorso di circa 25 chilometri con tanto sterrato tra i boschi che ha portato i partecipanti fino a quota 1200 metri.

Tra i piloti al via anche il presidente FMI Giovanni Copioli ed alcuni altri ospiti speciali, quale Carlo Fiorani, direttore comunicazione racing Honda Motor Europe, ed i giornalisti Andrea Perfetti di moto.it e Paolo Ciri, giornalista, speaker e scrittore. Presente in forze la Fantic, che ha schierato sette moto nella Caballero Cup.
Come già successo nell’appuntamento del 10 marzo, l’evento umbro è stato aperto anche a partecipanti non agonisti, che, iscritti nella sezione Iron Touring, hanno potuto affrontare lo stesso tracciato di gara e - senza cronometraggio e per un solo transito - la prova speciale.
Tre i giri del percorso, per un totale di 75 chilometri con un tempo complessivo di 4 ore e 30”; quattro i passaggi cronometrati per i piloti in gara nella divertente prova cross country fettucciata.


Andrea Perfetti

Ad agguantare la seconda vittoria assoluta consecutiva dopo quella di apertura al Roma Motodays è stato il piemontese Roberto Fantaguzzi (Montesa – MC 100 Torri Alba) che ha realizzato il miglior tempo in tutti i quattro transiti in speciale, ed è salito così sul più alto gradino del podio della gara imponendosi così anche nella Scrambler Light; dietro di lui, secondo delle scrambler leggere con un distacco di oltre un minuto, l’endurista Nicolò Mori (MC Trial David Fornaroli) in sella alla BMW 310. Terzo posto di classe per Andrea Perfetti (Fantic 250 - MC Chieve) rallentato fin dalle prime battute di gara dalla leva del cambio piegata a seguito di un urto con una radice. Fuori dal podio della scrambler light Roberto Bianchini di FXAction (Montesa - MC Perla del Tirreno), che non è riuscito a riproporre la buona prestazione del debutto capitolino dove era salito sul gradino d’onore.

La classifica delle scrambler leggere vede quindi saldamente in testa Fantaguzzi, con 40 punti, seguito da Bianchini a quota 30; terzo Nicolò Mori con 17 punti.


Carlo Fiorani


Alessandro Pagliacci

Tre Fantic Caballero 500 sul podio della Scrambler Heavy, dove il dominatore è stato il pilota di casa Alessandro Pagliacci (MC Spoleto), seguito sul gradino d’onore dal presidente FMI Giovanni Copioli (MC Celeste Berardi), che in questa sua seconda partecipazione al trofeo (ha preso parte anche ad una gara durante la scorsa stagione) è apparso determinato e ben deciso a non lasciarsi sfuggire un buon risultato. Terzo posto delle scrambler 500 per l’ex crossista Gianluca Gonnelli penalizzato di 2 minuti per un ingresso errato ad un controllo orario.

Grazie ai 20 punti della vittoria della gara romana, Gonnelli comanda comunque la classifica di classe a quota 35, seguito da Stefano Scarpin con un attivo di 17 punti ma assente in questa gara, e dal presidente Copioli, anche lui a quota 17.


Nicola Di Piero

Nuova vittoria nelle maxienduro biciclindriche per Nicola Di Piero (KTM 950 – MC Mariotti Loreto), che ha realizzato il miglior tempo di classe in tutte le speciali guadagnando anche il secondo posto assoluto di giornata. Di Piero, che guida la classifica delle bicilindriche con 40 punti all’attivo, è stato incalzato per l’intera gara dal veneto Mauro Ballardin (MC La Marca Trevigiana), che, in sella alla sua ben allestita BMW 1000, ha chiuso al secondo posto con 17 secondi di distacco. Con il risultato di questa gara Ballardin sale al secondo posto della classifica di classe con 30 punti. Terzo gradino del podio di giornata delle maxi a due cilindri per Tommaso Monti (MC Winter Bikes) in sella alla Honda Africa Twin 750.


Irene Cicognani

Si è tinta di rosa la classe maxienduro mono, con Irene Cicognani (MC Winter Bikes) che, arrivata da Faenza con sua datata Yamaha XT600 carica dei bagagli per la trasferta, ha vissuto la sua prima gara di trofeo in perfetta sintonia con lo spirito della sfida Maxi&Scrambler. Irene ha vinto la classe mono maxienduro davanti a Paolo Ciri (Honda XL600 – MC Spoleto).


Alessandro Morganti

Doppia vittoria nella categoria special per Alessandro Morganti (MC Vernio), che in sella alla sempre ammirata Harley-Davidson 883 versione regolarità vecchio stampo si è portato a casa la coppa della vittoria di classe e quella assegnata dalla speciale giuria per la più bella moto special.


Nicolò mori

Per quanto riguarda i monomarca, vittoria di Alessandro Pagliacci nella Caballero Cup, seguito al secondo posto da Andrea Perfetti. Terzo Giovanni Copioli e quarto Gianluca Gonelli.

Nella classifica delle BMW successo per Nicolò Mori, seguito da Mauro Ballardin e, al terzo posto, Nicola Palumbo (MC Ponte San Giovanni) con la GS1200.

« È stato divertente e mi ha fatto piacere il buon risultato – ha detto a fine gara il presidente Giovanni Copioli – Ma soprattutto sono contento di vedere i partecipanti soddisfatti e compiaciuti per i bei percorsi e per la bella giornata vissuta in sella. Questo trofeo ha mosso i primi passi solo l’anno scorso, e la mia partecipazione per la seconda volta dopo la gara cui ho partecipato nella passata stagione vuole anche essere a supporto del suo sviluppo e della sua evoluzione.

La FMI crede molto in questa formula che deve puntare alla semplicità per attrarre anche i motociclisti che non hanno mai disputato una gara. Proprio per questo abbiamo abbinato anche la parte turistica Iron Touring, che non prevede classifiche e consente il primo approccio e l’accesso con la tessera member.
Per quanto riguarda la mia gara di oggi, col Caballero 500 mi sono trovato davvero bene: lo scorso anno avevo gareggiato con un Caballero 125 che ovviamente disponeva di una potenza molto minore. Se gli impegni me lo permetteranno non escludo altre partecipazioni future »


Sul podio da sx: Di Piero, Fantaguzzi, Morganti, Mori e Giovanni Copioli

Il prossimo appuntamento del Trofeo Maxienduro e Scrambler è fissato per domenica 7 luglio a Crema con l’organizzazione del Moto Club Chieve.

 

Trofeo Maxienduro e Scrambler FMI Classifiche Gara 2/2019 SPOLETO

 

Trofeo Maxienduro e Scrambler FMI 2019

  • 10 marzo - Roma Motodays - Moto Club Milani
  • 1 maggio - Spoleto (PG) - Moto Club Spoleto
  • 7 Lluglio - Crema (CR) - Moto Club Chieve
  • 21 luglio - Alba (CN) - Moto Club 100 Torri
  • 6 ottobre - Vinci (FI) - Moto Club Empoli Racing 
Tutte le info su www.trofeoscramblermaxienduro.it
  • image
Previous Next

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy