clip image028 clip image030

logo fmi

Ottima partenza per il Trofeo Maxienduro e Scrambler FMI 2019 a Roma MotoDays

scramblerPrimi successi nel trofeo maxi e scrambler per Roberto Fantaguzzi, Gian Luca Gonnelli, rispettivamente vincitori nella Scrambler Light ed Heavy, e per Nicola Di Piero, primo tra le maxienduro twin. Nel monomarca BMW vince Mauro Ballardin, tra le Fantic Caballero spicca Giuseppe Angelotti. Fantaguzzi si impone anche nella assoluta.

Partenza capitolina per il Trofeo Maxienduro e Scrambler 2019 che ha debuttato con la prima delle cinque gare in calendario all’interno dei padiglioni della manifestazione fieristica Roma MotoDays.
Sotto lo sguardo interessato dei tanti spettatori presenti, il trofeo dedicato alle entrofuoristrada, special, e scrambler ha messo a segno il primo evento del nuovo corso: regolamenti rinnovati con attenzione particolare alle grosse enduro ed alle scrambler di produzione, ma anche affinamenti nelle norme tecniche per le special, e tanto spazio al divertimento con la possibilità di accedere all’evento anche con la formula turistica e turistica sport, per la quale è sufficiente la tessera FMI member. Diverse ed interessanti le moto presenti, tra cui alcune belle moto speciali. Non sono naturalmente mancati gli scrambler propriamente detti, come i tanti Caballero presenti ufficialmente nel paddock di Fantic Motor in tutte le cilindrate della gamma.

Percorso facile e divertente di circa 27 chilometri fuori dall’area fieristica, da ripetere due volte, e una prova speciale cross test più una prova slalom su asfalto tra i birilli allestite all’interno interno dei padiglioni che hanno impegnato i piloti ad ogni tornata. Organizzazione curata dal Moto Club Milani con il supporto del promoter FXAction.

Pur nello spirito di assoluto divertimento, i protagonisti di questa prima sfida del Trofeo 2019 si sono impegnati in appassionanti confronti, anche testa a testa fino all’ultima fotocellula. Come è successo nella classe Scrambler Heavy, dove Gian Luca Gonnelli e Stefano Scarpin, entrambi su Fantic Caballero 500, si sono giocati il successo ad ogni cronometraggio. La vittoria andata a Gonnelli, ex crossista, che ha avuto la meglio sul finale dopo un errore tra i birilli dell’avversario.

Vittoria nella classe Scrambler Light per il piemontese Roberto Fantaguzzi, che sull’agile Montesa 4Ride si è imposto vincendo anche la classifica assoluta, e precedendo nella classifica di classe Roberto Bianchini di FXAction - a sorpresa in gara - anche lui su Montesa. Terzo della stessa Scrambler Light Giuseppe Angelotti su Caballero 250.

Dominio di Nicola Di Piero su KTM 950 tra le maxienduro bicilindriche davanti ai due fratelli crossisti Mirko e Luca Milani, entrambi sulle KTM 790, che hanno completato il podio romano nell’ordine al secondo e terzo posto.

Nel monomarca Fantic la spunta Giuseppe Angelotti, su Caballero 250, che precede Gonnelli e Scarpin, entrambi su Caballero mezzo litro.
Tra le BMW vince il veneto Mauro Ballardin sulla interessante special boxer 1000 già vista in gara nella scorsa stagione.

Bella l’interpretazione dello spirito del trofeo da parte del toscano Alessandro Morganti, che ha portato in gara con stile la sua Harley-Davidson 883 special, guadagnando così il primo gradino del podio di categoria delle moto speciali.

Nella classifica assoluta svetta quindi Roberto Fantaguzzi che sul podio precede nell’ordine il vincitore delle maxienduro Nicola Di Piero e Roberto Bianchini.

Per il prossimo appuntamento, in calendario il primo maggio, il trofeo ritorna alla sua natura outdoor con una gara che si prospetta affascinante, organizzata dal Moto Club Spoleto nei pressi della bella città umbra.

 

Trofeo Maxienduro e Scrambler FMI 2019

  • 10 marzo - Roma Motodays - Moto Club Milani
  • 1 maggio - Spoleto (PG) - Moto Club Spoleto
  • 7 Lluglio - Crema (CR) - Moto Club Chieve
  • 21 luglio - Alba (CN) - Moto Club 100 Torri
  • 6 ottobre - Vinci (FI) - Moto Club Empoli Racing 
Tutte le info su www.trofeoscramblermaxienduro.

Trofeo Maxienduro e Scrambler 2019: la sfida parte il 10 marzo dal ROMA MOTODAYS

scramblerCinque appuntamenti ed importanti novità per la nuova stagione del trofeo dedicato a scrambler, maxienduro e special con vocazione fuoristradistica: il TROFEO MAXIENDURO E SCRAMBLER FMI compie due anni e propone il suo sostanzioso programma e nuove regole pensate per chiamare alla sfida offroad tutti i motociclisti, anche i meno esperti di competizioni.

Formula di gara smart, con giro del percorso dai 20 ai 25 chilometri da ripetere più volte e prove speciali cross test, prove di abilità e slalom. Una proposta facile ma appassionante, mirata al totale divertimento, che offre la possibilità di partecipare con la formula di GARA vera, o con le più turistiche modalità TASSELLO SPORT e TASSELLO TOUR.

La differenza tra le opzioni GARA e TASSELLO SPORT sarà principalmente nelle prove speciali: mentre per i piloti in gara – unici ad acquisire punti validi per il Trofeo - sono previste prove di abilità e speciali fettucciate cronometrate, i partecipanti TASSELLO SPORT affronteranno unicamente le prove di abilità.
Nel primo caso è richiesto il possesso della licenza sportiva FMI Elite, Fuoristrada o Amatoriale, mentre nel secondo è sufficiente la tessera member FMI accompagnata da certificazione medica per la pratica dell’attività sportiva non agonistica

A queste due già interessanti opportunità di partecipazione si somma la terza, puramente turistica, TASSELLO TOUR, che consente l'iscrizione con la tessera member FMI senza l’obbligo della certificazione medica. In questo caso nessun passaggio in speciale né prove di abilità, ma divertimento assicurato sullo stesso percorso della gara!

Le moto ammesse

Quattro le categorie di moto ammesse: le maxienduro, le scrambler commercializzate in tale configurazione dai produttori, le special, e gli scooter con vocazione off road. 

Due le classi per le maxi, con peso minimo 160 chili ed escursione delle sospensioni massima di 260 mm all’anteriore e 240 sul posteriore. Suddivisione in mono e bicilindriche e cilindrata libera; sono escluse le più specialistiche moto enduro gara.

Due classi anche per le scrambler: light con cilindrata fino a 400cc, ed heavy con cubatura superiore. Le moto ammesse a questa categoria sono espressamente indicate dal regolamento nell'apposito elenco che comprende tutti i modelli conosciuti e di tendenza: dal Caballero, alla BMW R nineT, alla Moto Morini Scrambler o Royal Enfield Himalayan e molte altre, fino alle elettriche Zero ...

MOTO CATEGORIA SCRAMBLER

  • AJP Motos PR7
  • Benelli Leoncino
  • Bimota DBx
  • BMW R nineT
  • Borile Multiuso
  • Borile Ricki
  • Brixton BX
  • Brixton Felsberg
  • Ducati Scrambler
  • Fantic Motor Caballero
  • Hanway Scrambler
  • Husqvarna Svartpilen
  • Italmoto Tiquattro
  • KSR Moto TW
  • Mash Dirt Track
  • Mash Rock
  • Mash Scrambler
  • Mondial HPS
  • Montesa 4Ride
  • Moto Morini Scrambler
  • Rieju Century
  • Rieju Tango
  • Royal Enfield Himalayan
  • Somoto Scrambler
  • SWM Gran Milano
  • SWM Gran Turismo
  • SWM Silver Vase
  • SWM Six Days
  • Tacita T-Race Rally
  • Triumph Scrambler
  • Triumph Street Scrambler
  • UM DSR Adventure TT
  • UM Renegade Scrambler
  • Ural UH 750
  • Zero Motorcycles DS
  • Zero Motorcycles DSR
  • Zero Motorcycles FX
  • Zontes ZT 125-J
  • XPULSE Scrambler
  • Kway TX

Spazio alla fantasia in classe unica per le special, che potranno essere anche derivate anche da moto stradali, ma con vincolo fissato per la ruota anteriore di dimensione massima 19 pollici; anche in questo caso peso minimo di 160 chili.

Raggruppamento unico infine per gli scooter, dove sono attesi i mezzi di serie che strizzano l’occhio all’offroad, ma anche veicoli speciali derivati da scooter tradizionali.

Raggruppamento unico infine per gli scooter, dove sono attesi i mezzi di serie che strizzano l’occhio all’offroad, ma anche veicoli speciali derivati da scooter tradizionali.

Sono previste deroghe nel rispetto della filosofia del Trofeo o l’eventuale ammissione di moto non comprese nei quattro specifici raggruppamento, che potranno essere decise dall’organizzazione o dal Comitato Enduro previa richiesta preventiva. Sono comunque escluse le enduro specialistiche fino a 599cc di cilindrata. 

Pneumatici on-off ammessi

Scelta ampia per le gomme, che dovranno comunque essere di marca e modello reperibili normalmente in commercio, con esclusione di quelle specialistiche da enduro. Il regolamento elenca le tipologie on-off con cui ci si potrà schierare al via.

ANLAS – Capra X / Capra R
BRIDGESTONE – TW 42
CONTINENTAL – TKC 70 / TKC 80 / Contiescape
DUNLOP – D606 / Trail Max
GOLDEN TYRE – GT723 Adventure / GT201 On-Off
HEIDENAU – K60 Scout
METZELER – Karoo Street / Karoo 3 / Enduro 3 Sahara / Tourance
MICHELIN – Anakee Wild / Sirac / Anakee Adventure
MITAS – Trail E07 / Trail E07+ / Trail E08 / Trail MC 24 / Trail E10 / Trail E09
PIRELLI – Scorpion Rally / Scorpion MT 90AT / MT21 Rally Cross

Quanto costa iscriversi

Come già scritto, sono dunque tre le modalità di partecipazione: GARA, TASSELLO SPORT e TASSELLO TOUR.

La quota di iscrizione per il singolo evento con formula GARA è 60 euro: permette di partecipare alla competizione vera con prove speciali fettucciate cronometrate di tipo enduristico, e prove di abilità. Obbligo di licenza sportiva FMI Elite, Fuoristrada o Amatoriale.
È anche possibile iscriversi in soluzione unica per le cinque gare dell’intera stagione, con un vantaggio economico di 75 euro: il pacchetto per l’intero Trofeo costa infatti 225 euro. Ai costi indicati si sommano 5 euro di diritti di segreteria una tantum alla prima partecipazione. Solo gli iscritti con questa formula conseguono punti per il trofeo.

Il costo per la partecipazione alla TASSELLO SPORT è 50 euro. Ci si iscrive in loco la mattina prima del via, negli orari indicati dal programma di ciascun evento. Prevede l’effettuazione dello stesso percorso della gara, l’effettuazione delle prove di abilità, ma non delle prove speciali.
Possono partecipare i tesserati FMI con tessera member, in possesso di certificazione medica per la pratica dell’attività sportiva non agonistica.

Stesso percorso della gara, ma nessuna prova di abilità né prove speciali per la formula TASSELLO TOUR che ha un costo di iscrizione 30 euro ad evento. Anche in questo caso ci si iscrive sul posto la mattina prima del via; è necessaria la tessera FMI member, ma non è richiesta la certificazione medica per la pratica dell’attività sportiva non agonistica.

La regia alla FXAction

Novità nel Trofeo Maxienduro e Scrambler 2019 anche per quanto riguarda l’organizzazione: sarà il promoter Fxaction, già impegnato da molte stagioni nella gestione del motocross italiano ed altri importanti eventi, a gestire su incarico della Federazione Motociclistica Italiana la stagione 2019.

L’obiettivo è creare un circuito di eventi di facile approccio, divertenti e non esageratemene impegnativi sotto il profilo agonistico: sport, touring, buona compagnia ed il gusto della domenica all’insegna dell’avventura fuoristradistica nelle migliori tradizioni, magari con sacco a pelo sul portapacchi e sabato notte in tenda.

Non sono scelte a caso le località dei cinque appuntamenti 2019: come prevede il regolamento, il Trofeo Maxienduro e Scrambler sarà anche un modo per conoscere meglio cultura e tradizioni delle località italiane che si andranno a toccare.

Due monomarca già confermati

Il trofeo Maxienduro e Scrambler 2019 registra l’adesione ufficiale di due importanti case produttrici: sono BMW Motorrad e Fantic Motor, che proporranno nell’ambito in tutte le gare della stagione i rispettivi challenge monomarca.

Ed infine, il calendario!

Sono cinque le gare del Trofeo Maxienduro e Scrambler che prenderanno il via nel 2019: si comincia domenica 10 marzo da Roma, nella cornice fieristica del MotoDays che sarà vetrina del debutto stagionale con prova speciale fettucciata e prova di abilità realizzate in zona adiacente ai padiglioni, e percorso scorrevole e divertente appena fuori dalla fiera. All’opera per l’organizzazione il Moto Club Milani con il supporto dell’organizzazione della Fiera di Roma e naturalmente del promoter FXAction.

La tappa successiva in provincia di Perugia, a Spoleto, il primo maggio: nei pressi della città che sorge sul colle Sant’Elia, il Moto Club Spoleto darà vita al secondo round stagionale.

Dall’Umbria si passerà in Lombardia, a Crema: spetta al Moto Club Chieve l’organizzazione della prova del 7 luglio, giro di boa del trofeo.

Solo due settimane dopo sarà la volta del Piemonte: sulle colline delle Langhe, ad Alba, il Moto Club 100 Torri sarà artefice della gara numero quattro.

Il gran finale sarà a Vinci in Toscana, dove il Moto Club Empoli Racing organizzerà la sfida del 6 ottobre.

Trofeo Maxienduro e Scrambler FMI 2019

  • 10 marzo - Roma Motodays - Moto Club Milani
  • 1 maggio - Spoleto (PG) - Moto Club Spoleto
  • 7 Lluglio - Crema (CR) - Moto Club Chieve
  • 21 luglio - Alba (CN) - Moto Club 100 Torri
  • 6 ottobre - Vinci (FI) - Moto Club Empoli Racing 
Tutte le info su www.trofeoscramblermaxienduro.it

Slime Italia Sponsor del Trofeo Maxienduro e Scrambler FMI

DSC 0307LSLIME Italia sarà tra gli sponsor ufficiali del TROFEO MAXIENDURO E SCRAMBLER FMI 2019 grazie all’accordo siglato con il promotore FX Action.

Scrambler, maxienduro e special con vocazione fuoristradistica saranno i protagonisti di un emozionante calendario composto da cinque gare che vedranno molti motociclisti attratti dalla allettante avventura.

Dal percorso di casa del turismo avventuroso alla gara facile ma appassionante, mirata al totale divertimento ed alla possibilità di partecipare con la formula agonistica vera, o touring.

Quattro le categorie di moto ammesse: le scrambler commercializzate in tale configurazione dai produttori, le special, le maxienduro e gli scooter con vocazione off road. 

Queste sono le caratteristiche del Trofeo Maxienduro e Scrambler che Slime Italia ha scelto di affiancare in questa stagione.

Dal 1989 l'azienda Californiana SLIME è nel mercato delle riparazioni dei pneumatici ed è sempre alla continua ricerca, con livelli standard molto alti, di tutto quello che riguarda i prodotti antiforatura per pneumatici di bici, automobili e moto.

Slime ha brevettato infatti una miscela di fibre, leganti, polimeri e agenti solidificanti a basso impatto ambientale che si intrecciano e si raggrumano per sigillare forature fino a 6 mm in pneumatici tubeless e fino a 3 mm in pneumatici con camera d'aria.

Questo reticolo Fibro- Seal, assieme al sistema di trasporto viscoso, individua qualsiasi area di foratura e vi si addensa fortemente, prevenendo e riparando le forature con un tappo flessibile e durevole.

Una miscela di fibre, polimeri e leganti non aerosol, non infiammabile e non inquinante, in grado anche di prevenire e riparare anche eventuali pneumatici sgonfi.

“Abbiamo deciso di supportare come Slime Italia il Trofeo Maxienduro e Scrambler perché crediamo in questa formula che propone una vera passione motoristica con un alto coinvolgimento dei molti appassionati delle due ruote in tutta Italia” dichiara Jacopo Lombardelli responsabile commerciale Slime Italia.

Si comincia domenica 10 marzo da Roma, nella cornice fieristica di Roma Moto Days che sarà la vetrina del debutto stagionale per poi passare alla tappa successiva in provincia di Perugia, a Spoleto, il primo maggio: nei pressi della città che sorge sul colle Sant’Elia.

Dall’Umbria si passerà in Lombardia, a Crema il 7 luglio per poi affrontare la quarta gara in Piemonte, sulle colline delle Langhe, ad Alba.

Il gran finale sarà a Vinci in Toscana, non lontano dal centro di Firenze per la sfida finale del 6 ottobre.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • image
Previous Next

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy